×

Franz Campi presenta “Il sentimento prevalente”: “Accantoniamo ansia e paura, è l’amore che ci salva”

Nell’intervista il cantautore bolognese presenta il nuovo album, “Il sentimento prevalente": “A volte pensiamo troppo a problemi e mancanze: non diamo per scontato ciò che abbiamo".

Franz Campi nuovo album

Entusiasmo contagioso, gentilezza preziosa e artisticità sopraffina: sono solo alcune caratteristiche che meglio connotano Franz Campi, la cui personalità è un mix di passione, talento e sensibilità. Il poliedrico artista bolognese presenta nell’intervista il suo nuovo album, “Il sentimento prevalente”. Disco, emozioni e molto altro: così Franz Campi si è raccontato con carisma e trasparenza.

Franz Campi presenta il nuovo album, “Il sentimento prevalente”

Prodotto e arrangiato da Davide Belviso, il nuovo album di Franz è un tuffo nell’anima, un viaggio attraverso le sue emozioni e suoi pensieri. Ricorda l’unicità di ciascuno, il bisogno di ironia, la bellezza dell’amicizia più sincera, la relatività degli eventi, il potere salvifico dell’arte, l’ingiustizia con cui spesso ci si scontra, il sesso, l’amore, l’unicità preziosa dei singoli giorni che ci vengono concessi, la gioia di poter esserci ancora (soprattutto per chi è stato a un passo dal baratro).

Impegno, intensità, dolore, angosce, gioie e leggerezza si coniugano nelle sue canzoni. Così il cantautore conduce verso una riflessione finale: nonostante spesso si teme che paura, ansia e altre emozioni negative possano avere la meglio, è sempre l’amore che ci salva. L’amore vero, profondo, viscerale e disinteressato. L’amore eterno e potente, quello per i propri cari, per la vita e per la libertà. In fondo, è questo il suo sentimento prevalente.

A proposito del progetto discografico, Franz Campi ha dichiarato: “L’album nasce nel primo lockdown, quando facevo solo concerti sul balcone, per i miei vicini di casa.

Ho ripreso in mano la chitarra e sono tornato a scrivere. Negli ultimi anni mi sono cimentato principalmente in sigle e jingle, ma anche al teatro canzone. Poi sono tornato al desiderio di quando ero un bambino: scrivere canzoni (e così ho fatto). Spesso, arrivato a fine giornata, mi capitava di pensare ai problemi e alle mancanze. A un certo punto ho capito di dover cambiare prospettiva, concentrandomi maggiormente su quello che ho.

Ho preso coscienza di ciò che mi offre la vita, a partire dall’amore per le persone che sono al mio fianco, da mio figlio alla mia compagna, fino agli amici, ma anche l’amore per le mie passioni, dalla musica alla cultura in genere. Guardandomi dentro, inoltre, ho scoperto tante altre passioni a cui mi piace dedicarmi”.

Quindi ha sottolineato: “Con il mio nuovo album ricordo a me stesso e a chi ascolta che ci sono tanti momenti preziosi che vale la pena vivere, nonostante gli schiaffi che a volte la vita riserva a ciascuno di noi. Ognuno dovrebbe imparare a dare valore a ciò che ha, perché nulla è scontato: se distogliamo lo sguardo dal nostro ombelico, ci accorgiamo di quante persone faticano ad andare avanti”.

Franz Campi nuovo album

Ma qual è il sentimento che meglio descrive il suo disco? “L’amore nei confronti delle persone che si perdono, come racconto in “Fragile”, è un aspetto emotivo sul quale mi piace porre particolare attenzione. È un sentimento che ti destabilizza. Rivedere vecchi ricordi immortalati in fotografie ingiallite permette di riaccendere una passione che il tempo potrebbe scolorire”. Quindi ha aggiunto: “In “Stammi bene” mando un urlo liberatorio, ricordando all’altra persona che ognuno deve essere accettato così com’è, anche con i propri difetti. C’è bisogno di spazio anche per le imperfezioni e le debolezze. Provare a soffocarle ci renderebbe finti”.

I prossimi progetti

Cantautore, presentatore, conduttore televisivo e radiofonico e ideatore di rassegne dedicate alla musica, alla poesia, al fumetto e alla letteratura, Franz Campi nasce a Bologna il 19 marzo del 1962. Interprete del teatro-canzone, firma di numerosi testi pop (tra cui “Banane e Lampone” per Gianni Morandi), lirici (il libretto dell’opera “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” tratto da un lavoro di Buzzati), per bambini (“L’albero della vita” e diversi brani dell’album “Il re dei re”) e per sigle TV (sigla campionato basket Lega2 per Rai Sport), nel 1994 pubblica il suo primo album “Franz Campi”, seguito nel 2004 da “Saluta i gatti e buonasera”.

Franz Campi nuovo album

Qualificatosi tra i vincitori di Sanremo Giovani nel 1993, partecipa al 44° Festival della Canzone Italiana di Sanremo con “Ma Che Sarei”. Nel 2000 firma, insieme a Gaetano Curreri e Stefano Nosei, l’inno della Fortitudo basket. Nel 2007 e 2008 crea, insieme al Centro San Domenico di Bologna e al Centro Internazionale della Canzone d’autore, il “Festival Lyrics – autori e canzoni”, che negli anni ha visto la partecipazione di artisti come Angelo Branduardi, Ron, Claudio Lolli, Neffa, Alan Sorrenti, Riccardo Tesi, Niccolò Fabi e tanti altri. Dal 2008 il suo brano “Beslan” è ospite del Museo della Pace di Samarcanda, in Uzbekistan. Sempre dallo stesso anno Franz fa parte del comitato scientifico del Centro Internazionale della Canzone d’autore a cura di Lucio Dalla e Davide Rondoni. Dal 2020 è co-autore e conduttore del programma TV “Zorba” dedicato i temi dell’ambiente e della salute prodotto dal Green Social Festival e daI Festival della Salute. Nel 2021 ha realizzato, insieme a Davide Belviso, il jingle della campagna di comunicazione nazionale della “Mortadella Bologna IGP”.

Impossibile nascondere la contentezza per il nuovo album, ma Franz Campi è al lavoro anche su nuovi progetti. Da amante del basket è pronto ad avvicinarci al calcio al fianco di Panini, si prepara a celebrare i suoi 60 anni ed è al lavoro su nuovi spettacoli.

Contents.media
Ultima ora