Fabrizio Frizzi: il ricordo di Andrea Saccone dopo L'Eredità
Fabrizio Frizzi: il ricordo di Andrea Saccone dopo L’Eredità
Lifestyle

Fabrizio Frizzi: il ricordo di Andrea Saccone dopo L’Eredità

Abbraccio Frizzi Saccone
Abbraccio Frizzi Saccone

Il cortonese Andrea Saccone, campione all'Eredità, ha saputo della scomparsa di Fabrizio Frizzi mentre era in gita in gita scolastica

Il lungo e affettuoso abbraccio tra Andrea Saccone e Fabrizio Frizzi rimarrà sicuramente un ricordo indelebile. Alla fine della maratona televisiva del giovane cortonese, che lo aveva visto vincere per ben 13 puntate consecutive a L’Eredità, Fabrizio Frizzi fece un gesto che racchiude in sé tutta la sua umanità. Anche le parole di supporto e di stima che riservò al giovane campione non furono per nulla scontate.

“Sei stato un campione favoloso”, aveva commenta Frizzi. “Ancora complimenti per quello che hai fatto e per le emozioni che ci hai regalato. Ora torna alla tua vita normale. Questa è stata una bella parentesi, ma alla fine è solo un gioco. Ora dedicati agli obiettivi importanti per la tua vita. Tutti noi facciamo il tifo per te e per i tuoi prossimi esami di maturità”. Le sue parole oggi raccontano molto del Fabrizio artista, ma soprattutto dell’uomo semplice, garbato e sincero anche a telecamere spente.

Intanto è arrivato anche il commento dello stesso Andrea.

“Sono sconcertato”, ha rivelato il giovane, che ieri è stato raggiunto dalla notizia della scomparsa del conduttore mentre si stava godendo la gita di fine anno in Spagna a Madrid, insieme alla sua classe del liceo scientifico. “Non posso che portare la mia viva testimonianza sulla sua profonda e per nulla costruita umanità”, dice ancora Andrea. “Non immaginavo nemmeno che le sue condizioni di salute fossero così gravi. Nulla era trapelato durante le puntate a cui ho partecipato. Anzi credevo che avesse recuperato del tutto dopo il malore di ottobre”.

“Non ho fatto in tempo a scrivergli”

Fabrizio Frizzi era rimasto particolarmente conquistato dalla perspicacia e dalla bravura di Andrea. Un ragazzo sincero, che in più occasioni durante le molte puntate trascorse insieme aveva strappato risate al pubblico e allo stesso conduttore. “Non recitava una parte quando si trovava davanti alle telecamere. Prima dell’inizio della puntata veniva a salutare i concorrenti, per metterci tutti a proprio agio, allentando così la tensione. Alla fine Fabrizio è tornato a cercarmi in camerino per rinnovarmi i complimenti. Mi ha fatto ancora una volta gli in bocca al lupo per il mio futuro. Ci siamo anche scambiati i contatti email per non perderci di vista. Avrei voluto scrivergli, ma non ho fatto in tempo. Conserverò gelosamente questi ricordi, di una persona meravigliosa. La televisione italiana perde un pezzo da 90».

Il 19enne è riuscito a stabilire il primato assoluto di permanenza a L’Eredità. Andrea è anche il primo concorrente ad aver vinto il montepremi per tre puntate di seguito. Il giovane era tornato a casa il 19 marzo con in tasca un montepremi piuttosto corposo, pari a poco più di 47 mila euro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche