×

Fumate nere nella prima giornata, si va al quarto scrutinio

default featured image 3 1200x900 768x576

166888466 8

Franco Marini non passa, il quorum è lontanissimo, aumentano le spaccature all’interno dei partiti. Si va alla ricerca dei “franchi tiratori” dopo le prime due votazioni andate a vuoto per eleggere il Capo dello Stato. Nella quarta votazione, prevista per oggi o nella giornata di Sabato, sarà sufficiente la maggioranza assoluta per raggiungere il quorum. L’invito del Pd è chiaro: votare scheda bianca fino al quarto scrutinio. Ma nonostante tutto, novanta votanti del Partito Democratico scelgono Chiamparino, l’ex Sindaco di Torino.

Intanto Beppe Grillo irrompe con una domanda: “Perché non ci spiegano i motivi del loro rifiuto di sostenere Rodotà?”. La coalizione di centrosinistra si spacca, con Sel che vota per l’ex Garante della Privacy Rodotà in entrambi gli scrutini. Spuntano fuori i nomi di Massimo D’alema e Romano Prodi. Il Pdl attende le mosse degli avversari, Berlusconi non partecipa alla seconda votazione e la Lega invece non è presente in aula nel pomeriggio.

Le possibili opzioni sono tutte ancora lì, mentre si continua a brancolare nel buio.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora