×

Fumo nella cabina di un aereo, atterraggio d’emergenza

Condividi su Facebook

Il volo Easyjet è tornato a Malpensa, pochi minuti dopo il decollo. Guasto tecnico, secondo i primi riscontri. Non ci sono feriti.

Atterraggio di emergenza all’aeroporto di Malpensa (Varese). La cabina di un aereo Easyjet, diretto a Creta, si è riempita di fumo, poco dopo il decollo. Nessuno è rimasto ferito, sia tra il personale di volo sia tra i passeggeri, evacuati nel momento in cui l’aereo ha toccato terra.

E’ scattata immediatamente l’allerta per i Vigili del Fuoco e il personale sanitario dell’Agenzia Regionale Emergenza Urgenza lombarda. Il fumo avrebbe origine, secondo le ultime informazioni, non da un incendio- come si temeva- ma da un guasto tecnico. Gli accertamenti sono ancora in corso.

Atterraggio d’emergenza

Momenti di tensione all’aeroporto di Malpensa quando un volo Easyjet ha dovuto effettuare un atterraggio d’emergenza. Il velivolo, in partenza alle 20.06 del 5 luglio da Malpensa, era diretto a Heraclion, nell’isola di Creta, Grecia.

Poco dopo il decollo, la cabina si è riempita di fumo, forse per un guasto tecnico al motore. I 178 passeggeri a bordo però temono vi sia un incendio e il panico inizia a diffondersi. Il pilota ha dichiarato l’emergenza e ha chiesto alla torre di controllo di rientrare immediatamente; una volta ottenuto l’autorizzazione, ha invertito la rotta ed è atterrato a Malpensa alle 20.27. I 178 passeggeri sono stati evacuati.

I mezzi di soccorso

Panico a bordo del volo Easyjet diretto a Creta. A causa del fumo presente in cabina, si teme possa esserci un incendio, al motore per la precisione. I primi riscontri, effettuati dopo l’atterraggio, smentiscono quest’ipotesi: si sarebbe trattato solo di un semplice guasto. Il pilota ha avvisato la torre di controllo e sono stati allertati i mezzi di soccorso. Nello scalo sono presenti i Vigili del Fuoco; la centrale Agenzia Regionale Emergenza Urgenza (Areu) ha inviato mezzi di soccorso avanzato, in grado di far fronte a serie situazioni emergenziali, e cinque ambulanze. I 178 passeggeri a bordo del volo Easyjet sono stati evacuati e condotti al Terminal 2. Le persone presenti sono state visitate: non ci sono feriti. Anche il personale dell’aereo è fortunatamente in buone condizioni. Le ambulanze sarebbero già rientrate. Non risulta, al momento, che alcun passeggero sia stato trasportato in ospedale per ulteriori accertamenti.

Guasto, non un incendio

L’aereo è stato messo in sicurezza dai Vigili del Fuoco e portato fuori dalla pista, sempre sotto la supervisione dei pompieri. Sono immediatamente iniziati gli accertamenti tecnici per comprendere la provenienza del fumo. Secondo le prime informazioni circolate, quando l’emergenza era ancora in corso, si teme un incendio al motore o, genericamente, a bordo dell’aereo. L’allarme, da quanto risulta dopo le iniziali verifiche, si è rivelato infondato: un guasto tecnico, non una combustione, ha creato il fumo. “A bordo si sarebbe sprigionato del fumo- si legge sul sito web dell’Ansa- classificato inizialmente come un possibile incendio a motore ma, secondo quanto confermato da Sea, non c’era fuoco a bordo”.

Pochi giorni fa, il 28 giugno, un aereo ha effettuato un atterraggio d’emergenza all’aeroporto Marco Polo di Venezia. A causa di un problema al carrello del velivolo, proveniente da Tel Aviv, è scattata immediatamente l’allerta. Evacuati i 150 passeggeri, tutti in buone condizioni.

1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Fiorella
6 Settembre 2018 21:22

Io ho visto che non hanno controllo gli aerei isyget arriva e riparte ,ho visto gente che compra bottiglie di uyschi e bevono prima di salire,avevo una marocchina che non aveva spento il cellulare avevo fatto presente allo stes più volte ripresa ,e continua di nascosto a parte che non mi piaceva c’era un qualcosa, i sedili troppo stretti

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora