×

Fumo e impotenza: il legame è praticamente certo

Si sa da sempre che fumare, oltre ai vari danni che provoca, non giova certo alle arti amatorie della virilità. Da oggi si hanno i numeri, tramite statistiche derivanti da studi appositi: una ricerca condotta da un team dell’Università di Hong Kong su 700 volontari con problemi d’impotenza ha dimostrato chiaramente quanto siano evidenti le differenze tra l’attività sessuale del fumatore e di chi ha smesso (sempre che le cause dell’impotenza non siano, ovviamente, di origine psicologica o per altre malattie come, ad esempio, il diabete).

Dei soggetti che hanno preso parte alla ricerca, tutti di età compresa tra i 30 e i 50 anni, ben il 53,8% ha notato netti miglioramenti delle proprie prestazioni sessuali dopo circa sei mesi dall’ultima sigaretta, una percentuale quasi doppia rispetto al resto dei volontari.

Inoltre, secondo i ricercatori, questo miglioramento è destinato ad aumentare nei mesi e addirittura negli anni successivi, oltre ovviamente a tutti gli altri effetti positivi che si hanno sulla salute con la rinuncia al fumo.

Prima di disperarsi e di ricorrere al Viagra, dunque, si può provare a dire no alle sigarette, e la felicità sotto le lenzuola non va più in fumo!


Contatti:

Contatti:

Leggi anche