×

Funerali di Raffaella Carrà: l’ultimo saluto alle 12 nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli

Si sono conclusi i funerali di Raffaella Carrà nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli: centinaia le persone radunate per l'ultimo saluto.

Funerali Raffaella Carrà 2

Sono terminati i funerali di Raffaella Carrà, scomparsa il 5 luglio scorso all’età di 78 anni: la cerimonia funebre ha luogo nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli ed è stata trasmessa in diretta televisiva su Rai Uno. Uscito dal luogo sacro, il suo feretro è stato accolto dall’applauso delle centinaia di persone radunatesi in piazza del Campidoglio dove era stato allestito un maxischermo per poter seguire la cerimonia.

Funerali di Raffaella Carrà: il saluto di Virginia Raggi

Prima che terminasse il rito funebre, il sindaco di Roma Virginia Raggi è salita sull’altare pronunciando, non senza commozione, queste parole: “Grazie Raffaella. Queste semplici parole uniscono tutti noi che oggi siamo qui in Chiesa, in piazza del Campidoglio o in casa e che vogliamo salutare una persona che fa parte della nostra vita. Oggi l’Italia si ferma per rendere onore ad una grande donna che è stata anche un’icona del nostro paese e non solo all’interno dei confini nazionali.

Raffaella ha accompagnato tante trasformazioni, dalle conquiste sociali a quelle culturali, e allo stesso tempo è riuscita ad entrare nel cuore di ciascuno di noi.

Era un’artista poliedrica, una cantante, una conduttrice, una ballerina, e chissà quanti di noi hanno cantato segretamente e non solo le sue canzoni o hanno imitato i suoi passi di danza. Era una persona che riusciva a parlare a tutti, anche alle persone più semplici.

Era un’icona pop a modo suo e travolgeva tutti con il suo buonumore ma anche con il grande rispetto e dignità con cui sapeva raccontare le storie più leggere e quelle più drammatiche. Aveva un talento innato e un grande carisma travolgendo tutti coloro che la guardavano in tv. Credo che tutti oggi concordino su un aggettivo che la descrive: indimenticabile.

Roma era diventata la sua città e noi romani non la dimenticheremo.

Oggi a nome di tutti voglio ringraziare la Rai che ha curato la diretta ma anche Mediaset, La7 e Sky e tutte le testate che hanno consentito a tutti noi di rivolgere un ultimo saluto a Raffaella. Ti vogliamo bene, grazie per quello che hai fatto e per quello che ci hai lasciato“.

Funerali di Raffaella Carrà: “Un addio che pesa”

Queste le parole con cui Simone Castaldi ha aperto la cerimonia: “Oggi è difficile non essere retorici. Siamo qui per stringerci tutti insieme in un abbraccio e salutare la nostra sorella Raffaella. Quello di oggi è un addio che pesa e spesso, quando il dolore ci attanaglia, l’unica maniera di difendersi potrebbe essere la retorica. Ma io credo che ciò che ci salverà da questo sarà proprio lei che nella vita è stata tanto ma mai retorica.

Mi chiedo se gli artisti sono consapevoli del bene che fanno alle vite che toccano quotidianamente. Io credo che Rafaella lo sapesse, ma se anche non lo sapeva si è resa conto in questi giorni di quanto bene ha fatto e seminato, un bene senza barriere e colore come l’abbraccio che tutti noi gli stiamo dando. Facciamo in modo che questa celebrazione sia davvero un ringraziamento a Dio per il bene che ci ha dato attraverso Raffaella e sia anche restituzione di quella bellezza che ci ha dato in tutti questi anni“.

Funerali di Raffaella Carrà: “La porteremo a San Giovanni Rotondo”

Il frate che ha preso la parola subito dopo ha ricordato come Raffaella combatteva contro un male da un po’ di tempo. “Ha saputo conquistare il cuore di milioni di persone. Sergio Japino, nel suo annuncio, ha detto che sei andata in un mondo migliore. La più amata dagli italiani non è scomparsa per sempre, si è solo spostata un po’ più in là, per citare una sua nota canzone“. Ha poi ricordato come Raffaella non andasse a San Giovanni Rotondo solo per impegni lavorativi ma anche in forma privata. Dato che il suo desiderio è quello di tornavi, “non appena sarà possibile le faremo fare farà tappa lì e poi al Monte Argentario“.

A dimostrazione della volontà di semplicità, dimostrata anche dalla bara in legno, la cerimonia è senza canti e accompagnata solo dall’organo.

Funerali di Raffaella Carrà: la celebrazione

Lasciata la camera ardente allestita in Campidoglio, il feretro della regina della televisione è giunto all’ingresso del luogo sacro dove è stato accolto da un caloroso applauso. É stato poi sistemato davanti all’altare per l’inizio del rito funebre. Presenti nelle prime file, tra gli altri, Sergio Japino, i nipoti e i figli del fratello scomparso prematuramente, i figli di Gianni Boncompagni ma anche il sindaco di Roma Virginia Raggi, l’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini, i direttori di Rete, Milly Carlucci, Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi, Michele Cucuzza, Beppe Convertini e Alessandro Greco.

Dopo tre giorni di lutto collettivo, in cui la salma della regina della televisione italiana ha sfilato per la Capitale facendo tappa nei luoghi simbolo della sua carriera ed è stata accolta in Campidoglio dall’affetto di fan, amici e colleghi, a breve inizieranno i suoi funerali. Ad aprirli sarà Simone Castaldi, frate della basilica, mentre a celebrare l’omelia saranno quattro colleghi cappuccini di San Giovanni Rotondo a cui la Carrà e il suo ex compagno Sergio Japino, devoti a Padre Pio, erano legati da un rapporto di amicizia.

Sarà possibile seguire la cerimonia in diretta streaming su Rai Uno con la cronaca dei giornalisti Giuseppe La Venia ed Elena Di Vincenzo e la partecipazione di Filippo Di Giacomo. Per l’occasione è stato anche allestito un maxischermo in piazza del Campidoglio su cui verrà trasmessa la cerimonia. Tra i primi ad arrivare nella basilica c’è stato Massimo Lopez, il quale ha definito Raffaella “una professionista straordinaria di cui ricordo particolarmente l’eleganza e umanità e con cui finisce un’epoca per la televisione“.

Funerali di Raffaella Carrà: in tantissimi alla camera ardente

La camera ardente allestita in Sala della Protomoteca in Campidoglio è rimasta aperta fino alle 11 di questa mattina. Sono state tantissime le persone che si sono recate per dare l’ultimo saluto e rendere omaggio a quella che è stata una protagonista indiscussa della storia della televisione italiana. Tra i personaggi che l’hanno omaggiata vi sono stati Fiorello, Maria de Filippi, Pierferdinando Casini, Renato Zero, le sorelle Goggi, Vincenzo Salemme, Alberto Matano e Pino Strabioli.

o

Contents.media
Ultima ora