Funerali Frizzi: la commovente poesia letta da Insinna
Funerali Frizzi: la commovente poesia letta da Insinna
Lifestyle

Funerali Frizzi: la commovente poesia letta da Insinna

insinna frizzi
insinna frizzi

Ai funerali di Fabrizio Frizzi erano in tantissimi: la cerimonia si è conclusa con una struggente poesia di Borges letta da Flavio Insinna

Nella chiesa degli Artisti in piazza del Popolo a Roma si sono conclusi da pochi minuti i funerali di Fabrizio Frizzi. Un lunghissimo applauso è stato tributato dalle centinaia di persone che si sono trovate nella piazza all’arrivo del feretro. C’è stato anche chi si è fatto il segno della croce e chi ha cominciato a correre avvicinandosi alla chiesa.

funerali frizzi

In centinaia si trovavano dunque dietro le transenne per seguire da un maxischermo le esequie di Fabrizio Frizzi. Si è trattato di una folla particolarmente partecipe, che ha accompagnato con segni della croce, preghiere e lacrime ogni passaggio della funzione religiosa. I volti erano attenti e commossi. Davvero poche sono state inoltre le persone che hanno utilizzato il telefono cellulare per scattare foto o parlare fra loro. Assorti e silenziosi, gli astanti era come se fossero all’interno della chiesa, come se partecipassero al funerale di un amico o di qualcuno che conoscevano di persona.

In realtà, erano per lo più persone comuni, che hanno voluto testimoniare l’affetto per il loro beniamino, ma anche il rispetto per l’uomo che Fabrizio è stato in vita.

Frizzi “combattente generoso e con il sorriso”

“Perdiamo un amico e un fratello. Gli diciamo addio e arrivederci. Lui ha ora raggiunto i suoi cari”. Così don Walter Insero ha aperto i funerali di Fabrizio Frizzi, che ha officiato la cerimonia nella chiesa degli Artisti. Il religioso ha trasmesso poi il messaggio di vicinanza alla famiglia del conduttore e a tutta l’azienda Rai da parte del vicario del Santo Padre Angelo De Donatis. La prima lettura è stata eseguita da una commossa Milly Carlucci. Sul feretro erano presente dei bellissimi fiori gialli sopra alla foto del conduttore. Nei primi banchi, oltre ai parenti di Fabrizio Frizzi, erano seduto anche tanti colleghi del presentatore, oltre ai vertici della tv pubblica.

Milly Carlucci Frizzi

“In Rai mi hanno confidato che negli ultimi mesi lo chiamavano il combattente con il sorriso. Il sorriso era la sua forza”. Così ha confessato don Walter Insero durante l’omelia per il funerale di Fabrizio Frizzi. “La cifra dell’esistenza di Fabrizio è stata la generosità”, ha continuato il prete, ricordando anche la sua capacità di provare compassione. “L’amore che sta ricevendo dimostra che sta raccogliendo quello che ha seminato”, ha infine aggiunto Insero.

Clerici Conti

Un finale straziante ed estremamente colmo di grande commozione sono state poi le parole lette da Flavio Insinna. Si trattava dei versi di una poesia sull’amicizia di Jorge Luis Borges, che il conduttore ha detto di aver dedicato all’amico solo poche settimane fa. “E qui allora ho capito che noi siamo veramente amici. E allora ho fatto quello che farebbe qualsiasi amico. Ho pregato, ho pregato Dio e ho ringraziato Dio per te; e soprattutto ringrazio te per essermi amico”. Così si è conclusa la cerimonia, tra la tristezza generale e l’addio per sempre al presentatore più gentile della tv italiana.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche