×

Funivia Mottarone, il procuratore di Verbania: “Tra le ipotesi anche un errore umano”

Tra le ipotesi al vaglio a seguito della tragedia della funivia del Mottarone c'è anche quella dell'errore umano, spiega la procuratrice Olimpia Bossi.

funivia mottarone

C’è anche l’errore umano tra le ipotesi che la procura di Verbania sta attualmente valutando per dare una spiegazione alla tragedia della funivia del Mottarone, nella quale hanno perso la vita 14 persone. Ad affermarlo in riferimento all’inchiesta per omicidio plurimo colposo sull’incidente è la procuratrice capo di Verbania Olimpia Bossi, secondo la quale prendere in cosiderazione anche l’errore umano: “Fa parte degli accertamenti che devono essere fatti, non è riscontrabile a occhio nudo da un video che non ha neanche una qualità eccelsa.

Tutto è stato coperto e repertato e sarà a disposizione dei consulenti tecnici, non prima non tocchiamo niente”.

Funivia Mottarone, tra le ipotesi anche l’errore umano

Stando a quanto affermato sempre dalla procuratrice Bossi, al momento le indagini si stanno concentrando su due elementi; il cavo della funivia e il sistema trainante di sicurezza. Per quanto riguarda la forchetta, si tratta invece di: “Un meccanismo che fa parte del sistema di blocco o sblocco della cabina, se sia stato rimosso o non sia stato reinserito questo resta nel campo delle ipotesi e dovrà essere accertato da un esame del reperto rinvenuto”.

Bossi ha inoltre spiegato che attualmente non è noto se fosse o meno presente una scatola nera all’interno dell’impianto.

Funivia Mottarone, il giorno prima un blocco dell’impianto

La procuratrice capo ha poi spiegato che: “Il giorno prima dell’incidente ci è stato riferito che c’è stato un blocco dell’impianto, si è fermata la funivia e c’è stato un intervento per rimetterla in funzione.

Se questo sia collegato o meno con l’incidente ancora non lo sappiamo, così come non sappiamo se erano presenti all’interno della cabinovia delle persone”. È stato inoltre spiegato che al momento il numero degli eventuali indagati dipenderà dalle acquisizioni documentali.

Funivia Mottarone, le immagini della videosorveglianza

Per quanto riguarda invece le immagini del sistema di video sorveglianza della funivia che riprendono le primissime fasi dell’incidente, la procuratrice Bossi ha dichiarato: “Si vede la funivia che improvvisamente torna indietro, sono immagini in bianco e nero e non particolarmente nitide. […] Si vede la cabina che improvvisamente sussulta e poi la visuale è limitata”. Stando alle testimonianze infatti, la cabina della funivia sarebbe arrivata a circa cinque metri dal punto di aggancio finale per poi bloccarsi e tornare improvvisamente indietro.

Contents.media
Ultima ora