×

Fuorionda tra Salvini, Meloni e Fitto: temono i 5 Stelle

Un fuorionda svela: Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Raffaele Fitto temono il successo elettorale del Movimento 5 Stelle al Sud.

default featured image 3 1200x900 768x576

A pochi giorni dalle elezioni politiche, i tre leader di centrodestra Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Raffaele Fitto, presidente della Regione Puglia e di “Noi con l’Italia – Udc” nonchè europarlamentare, giovedì 1° marzo si sono riuniti in una manifestazione unica con Silvio Berlusconi al Tempio di Adriano a Roma prima delle elezioni di Domenica 4 marzo.

Ad un certo punto i tre politici sono stati “beccati” mentre, in un fuorionda, parlavano degli scenari futuri per il governo italiano e in particolare manifestavano preoccupazione per il successo dei 5 Stelle che “giù”, al Sud, “volano”.

I botta e risposta

Arriva Fitto, che chiede come vada a Salvini, il quale, consultando i pronostici elettorali, dice che “L’aria è buona”, ma “Giù non lo so” – afferma preoccupato – perchè “Giù i 5 stelle …”, “Volano”, gli fa eco Fitto.

Salvini e Fitto

I due raggiungono Giorgia Meloni e la presidente di Fratelli d’Italia afferma di sapere “come andrà a finire”: a suo avviso Salvini arriverà primo nella coalizione, ma il leader della Lega Nord frena e dice di sapere che lui prenderà il 30% dei voti.

Fitto torna a parlare dei grillini, dicendo che “fanno cappotto” al Sud e la Meloni sottolinea che effettivamente “Stravanno”.

Il confronto2

Fitto continua sostenendo che vinceranno tutti gli uninominali, suscitando la sorpresa di Salvini, che gli chiede se il Pd sia destinato a perdere così tanto.

L’interlocutore risponde di sì, che è convinto che i democratici “crolleranno completamente”.

Il segretario generale del Carroccio dice di sperare che il Pd prenda il 22%, ma Fitto insiste nel dire che nel Sud – Campania, Calabria ecc. – il partito di Matteo Renzi non prenderà tanto. Poi non si è sentito più nulla e i tre sono andati a parlare altrove. Chi avrà ragione tra loro?

Il discorso di Fitto

Ospite al programma Italia 18 condotto su Sky da Tommaso Labate ed Alessandra Arachi, Raffaele Fitto ha insistito su posizioni moderate, ha insistito che il suo partito è sì alleato di Salvini e di Meloni, avendo lo stesso programma, ma ciò non significa che non possano avere posizioni differenti.

Quindi Fitto afferma che il leader della Lega Nord, anche se legittimamente propone la sua candidatura come premier del centrodestra, non lo sarà mai, perchè vinceranno i moderati. Moderati che, in quanto tali, rifiutano un’alleanza con Casapound e i 5 Stelle. Sarà in particolare con questi ultimi che giocheranno la loro partita e soprattutto al Sud. Praticamente parlando con Matteo Salvini e a Giorgia Meloni, ha detto la stessa cosa, manifestando le proprie preoccupazioni per il successo che si profila nel meridione d’Italia per il Movimento fondato da Beppe Grillo e dal defunto Gianroberto Casaleggio.

Contents.media
Ultima ora