×

Gaffe del Principe Filippo d’Inghilterra, tutti gli scivoloni più celebri del duca di Edimburgo

Un lato celebre della “vita pubblica" del principe d'Inghilterra sono le sue numerose gaffe. Riportiamo qui alcune tra le sue migliori performance.

Principe Filippo dimesso dopo l'operazione

Venerdì 9 aprile la famiglia reale inglese è stata colpita da un pesante lutto. È, infatti, deceduto il principe Filippo, duca d’Edimburgo. Avrebbe festeggiato i suoi 100 anni a giugno.

Per 64 anni ha svolto il ruolo di principe consorte accanto alla regina Elisabetta II d’Inghilterra.

Un lato particolarmente celebre della sua “vita pubblica” sono le numerose gaffe di cui si è reso artefice. Riportiamo qui alcune tra le sue più divertenti performance.

1961: il duca d’Edimburgo al Scottish Women’s Institute

Le donne britanniche non sanno cucinare”. Tale frase viene pronunciata dal principe Filippo mentre si trova ad un “evento” organizzato dal Scottish Women’s Institute. Quest’ultimo lavora al fine di preservare le “tradizioni scozzesi”, con particolare attenzione a quelle “domestiche”.

1965: principe d’Inghilterra o critico d’arte? (la gaffe)

Sembra qualcosa che mia figlia porterebbe a casa dalle sue lezioni d’arte a scuola”. Questa è la risposta che duca d’Edimburgo dà trovandosi di fronte a dell’arte etiope “primitiva”.

1967: quando una dichiarazione del duca d’Edimburgo quasi provoca un incidente diplomatico

Siamo durante la Guerra Fredda. I rapporti tra il blocco occidentale e l’URSS sono estremamente tesi. Al duca d’Edimburgo viene domandato se è interessato a fare un viaggio in l’Unione Sovietica.

Lui allora afferma: “Mi piacerebbe molto andare in Russia, anche se quei bastardi hanno ammazzato metà della mia famiglia“.

1974: un padre “premuroso”

Nel 1974 viene scoperto che è stato programmato il rapimento della principessa Anna, la figlia di Filippo. Il peggio viene fortunatamente evitato. In risposta all’intera vicenda il principe dichiara: “Se quell’uomo fosse riuscito a rapire Anna lei gli avrebbe fatto passare l’inferno durante la prigionia“.

1986: una concezione particolare della Cina

Il duca d’Edimburgo si reca in un viaggio ufficiale in Cina. Qui, si ritrova a parlare con alcuni studenti britannici. Rivolgendosi ad uno di loro, Simon Kerby, che allora aveva 21 anni, dice: “Se rimarrete qui, vi verranno gli occhi a mandorla”.

1991: Principe Filippo e la sua passione per l’ambiente

Durante la sua “carriera” di principe, Filippo sostiene diverse organizzazioni e iniziative atte alla tutela dell’ambiente.

Nel 1991 la Thailandia lo insignisce di un riconoscimento per il suo impegno nei confronti degli animali. Nel suo discorso alla cerimonia di ritiro del premio Filippo afferma: “Il vostro Paese è uno dei centri più noti per il commercio di specie in pericolo”.

1996: una chiara visione sull’uso delle armi

Nel 1996 avviene un tragico incidente a a Dunblane. Un uomo si macchia dell’omicidio di un’insegnate e di 16 suoi alunni. Dopo il fatto, il duca d’Edimburgo viene interpellato per un commento riguardo a possibili restrizioni e proibizioni sul possesso delle armi. Lui quindi risponde: “Se un giocatore di cricket, per esempio, improvvisamente entrasse in una scuola e ammazzasse un sacco di gente con una mazza da cricket, cosa che potrebbe fare molto facilmente, cosa faremmo? Bandiremmo le mazze da cricket?“.

2000: una certa aperture mentale

Nel 2000 il principe Filippo scherzosamente dichiara: “La gente pensa che c’è un rigido sistema di classi qui, ma è noto che dei duchi hanno sposato delle ‘ragazze del coro’. Alcuni hanno addirittura sposato degli americani”.

2002: Filippo, il principe degli stereotipi

La famiglia reale riceve a Buckingham Palace un uomo d’affari aborigeno australiano. Durante la visita il duca d’Edimburgo gli domanda: “Siete ancora soliti tirarvi le lance?”.

2003: il duca d’Edimburgo esperto di stile

Durante un incontro ufficiale, il Presidente della Nigeria si presenta con degli abiti tradizionali. Vedendolo, il principe Filippo commenta: “Dai l’impressione di essere pronto per andare a letto”.

2013: Filippo sul rapporto tra genitori e figli

Siamo nel 2013. La famiglia reale è impegnata in un meeting ufficiale con Malala Yousafzai. A Yousafzai è stata data la pena capitale nel suo paese, il Pakistan. Questo perché ha tentato di affermare pubblicamente il suo diritto all’istruzione. Il duca d’Edimburgo si lascia sfuggire: “I bambini vanno a scuola perché i genitori non li vogliono in casa”.

Leggi Anche: Morte principe Filippo, Johnson: “È stato un solido sostegno per la regina”

Contents.media
Ultima ora