×

Galles, segnalare sui social la posizione degli autovelox è reato

"Pubblicare la posizione degli autovelox ostacola il buon lavoro svolto dal personale e dagli ufficiali", per questo motivo è considerato reato.

Galles posizione autovelox

Favorire e aiutare altri automobilisti alla guida, segnalando sui social la posizione degli autovelox, in Galles è diventato reato. Un atto di gentilezza può costare molto caro.

Galles, segnalare la posizione degli autovelox sui social è reato

Chi segnala, attraverso i social o con altro mezzo, la presenza di rilevatori di velocità sulle strade compie un’azione contro la legge.

Lo ha chiarito la polizia del Galles del Nord, che ha scoperto una pratica piuttosto abituale tra gli automobilisti. In tanti, infatti, sono soliti indicare la presenza di autovelox, ma anche il luogo e l’ora di posizionamento dei furgoni usati dagli agenti per rilevare la velocità sulle strade. La multa potrebbe raggiungere le mille sterline e, nella peggiore delle ipotesi, si aggiunge la pena detentiva.

L’azione potrebbe rientrare tra i comportamenti puniti secondo la sezione 89 del Police Act 1997, secondo la qualechiunque resista o ostacoli volontariamente un poliziotto nell’esecuzione del suo dovere, o una persona che assiste un poliziotto nell’esecuzione del suo dovere, sarà colpevole di un reato e passibile con condanna sommaria alla reclusione per un termine non superiore a un mese o una multa non superiore al livello 3 della scala standard, o entrambi”.

A spiegare la decisione intrapresa dalle autorità locali è un portavoce dell’unità di polizia stradale NWP. Pubblicare la posizione degli autovelox ostacola il buon lavoro svolto dal personale e dagli ufficiali per ridurre gli automobilisti che superano la velocità, che è uno dei reati “Fatal Five”. Gli automobilisti potrebbero essere perseguiti se vengono sorpresi ad avvertire altri conducenti sulla strada per eventuali autovelox”, ha dichiarato.

Contents.media
Ultima ora