×

Galli: “Nessuno sconto di quarantena ha chi non ha la terza dose di vaccino”

Massimo Galli drastico: “È un disastro, siamo di nuovo in un grosso guaio, perciò nessuno sconto di quarantena ha chi non ha la terza dose di vaccino”

Massimo Galli

In una intervista a Fanpage dopo il boom di contagi covid in Lombardia Massimo Galli ha avvertito: “Nessuno sconto di quarantena ha chi non ha la terza dose di vaccino”. L’infettivologo milanese spiega che in questo momento servono posizioni nette.

Nessuno sconto di quarantena, per chi lo ha spiegato bene Massimo Galli

Ha detto il professor Galli: “È un disastro, siamo di nuovo in un grosso guaio. Bisognerebbe decidersi a prendere posizioni più precise rispetto alle due realtà che maggiormente aiutano la diffusione del virus: i non vaccinati per scelta, per quanto Omicron colpisce anche i vaccinati, e tutti coloro che non sono vaccinati per scelta altrui o impossibilità, tipo i bambini.

Molti di loro e molti adolescenti non hanno ancora il ciclo completo di vaccino”.

Sconto di quarantena, Galli: “Nessuno senza terza dose, vacciniamo il più possibile”

E ancora: “Ci troviamo di fronte al preoccuparsi molto dei no vax, che sono un problema, ma ci sono anche i non vaccinati innocenti. La ricetta è solo una: vaccinare il più possibile fin dove si può, approfittando delle vacanze natalizie con le scuole chiuse nella speranza che le fasce più giovani siano meno colpite e abbiano meno occasione di diffondere il Covid”.

Poi il core del problema, che oggi è molto dibattuto: gli “sconti” di quarantena. Ha spiegato Galli: “Possono essere proponibili per chi ha già ricevuto la terza dose, molto di meno per gli altri”.

“Rivalutiamo i guariti e nessuno sconto di quarantena generalizzato”, Massimo Galli è perentorio

“Andrebbe rivalutata poi la posizione di coloro che sono guariti dall’infezione. La guarigione dovrebbe, e sottolineo il condizionale, garantire capacità di difesa maggiore dal vaccino”.

E in chiosa: “Tuttavia va sottolineato che primissime evidenze dimostrerebbero che Omicron riesce a bucare la difesa fornita da un’infezione pregressa con una nuova infezione, comunque blanda o asintomatica. Più gente si infetta più virus circola più persone finiranno negli ospedali. Sia che siano no vax o che non hanno risposto al vaccino, perché poi c’è anche questo problema”.

Contents.media
Ultima ora