> > Galliate, morta la 15enne sbalzata da una giostra del luna park

Galliate, morta la 15enne sbalzata da una giostra del luna park

Tagada

Non ce l'ha fatta la ragazzina di 15 anni che è stata sbalzata da una giostra del luna park a Galliate. Le ferite riportate erano troppo gravi.

Non ce l’ha fatta la ragazzina di 15 anni che è stata sbalzata da una giostra del luna park a Galliate.

Le ferite riportate erano troppo gravi.

Galliate, morta la 15enne sbalzata da una giostra del luna park

La ragazzina di 15 anni che è stata sbalzata da una giostra a Galliate purtroppo non ce l’ha fatta. Ludovica Visciglia, di Trecate, stava facendo un giro sul Tagadà, una delle giostre del luna park di piazza Vittorio Veneto, quando è avvenuto l’incidente.

Era la serata di sabato 12 marzo. La ragazzina, per cause da chiarire, è stata sbalzata dalla giostra ed è ricaduta violentemente a terra, riportando ferite alla testa e al volto. Sul posto è intervenuto immediatamente il personale del 118, che ha soccorso la ragazza e l’ha trasportata all’ospedale Maggiore di Novara in condizioni disperate. Questa mattina, domenica 13 marzo, la ragazzina è morta nel reparto di rianimazione. 

Terribile tragedia al luna park di Galliate

Ludovica aveva 15 anni e frequentava il primo anno del liceo classico Carlo Alberto di Novara. Si era recata a Galliate insieme alla famiglia, per trascorrere una serata al luna park. L’incidente è avvenuto durante l’ultima corsa. “Siamo vicini alla famiglia, come padre sono sconvolto da questa tragedia” ha dichiarato Claudiano Di Caprio, sindaco di Galliate. La dinamica dei fatti al momento non è ancora chiara e carabinieri e polizia locale hanno recintato l’area.

La giostra Tagadà è stata messa sotto sequestro dalla Procura, in attesa delle indagini e dei rilievi per capire come sia avvenuto l’incidente. Le forze dell’ordine stanno ascoltando le persone presenti sul posto, che hanno assistito alla terribile tragedia. Il tradizionale luna park di San Giuseppe aveva aperto a Galliate nella giornata di ieri, dopo lo stop forzato di due anni a causa del Covid. I proprietari delle altre giostre anno deciso di chiudere per rispetto alla famiglia ed è arrivata anche un’ordinanza del sindaco di sospensione delle attività.