×

Un gattino abbandonato e soccorso: ma non è quello che sembra

Una famiglia tailandese ha soccorso un gattino abbandonato per strada. Si è poi scoperto essere un gatto pescatore, una razza rara e in via di estinzione.

default featured image 3 1200x900 768x576

Una famiglia tailandese, guardando fuori dalla finestra, ha notato un gattino sdraiato sulla strada. Non c’era però alcuna traccia della sua mamma. Quando sono andati a controllare il povero cucciolo più da vicino, hanno iniziato però a sospettare che non fosse un normale gatto domestico…

Quindi hanno deciso di chiamare un’organizzazione che si occupa di animali selvatici per chiederne il soccorso.

gatto-9

Un gruppo di soccorso per animali della Wildlife Friends Foundation Thailand (WFFT) è intervenuto e ha quindi controllato il gattino abbandonato.

Più tardi, si è scoperto invece che il cucciolo apparteneva a una specie a rischio di estinzione: il raro “gatto pescatore”. Questa specie di gatto selvatico, circa due volte più grande rispetto al gatto domestico, vive nell’Asia Sudorientale. A differenza dei gatti comuni, i gatti pescatori amano l’acqua e spesso si tuffano per andare a pesca. A causa della distruzione delle zone umide e della caccia, questo tipo di animali è oggi altamente sotto minaccia.

gatto cacciatore

Eravamo piuttosto perplessi circa il motivo per cui il gattino era stato trovato senza sua madre” – ha raccontato una responsabile del WFFT. “Quando siamo arrivati sul posto, siamo rimasti stupiti nel trovare un gattino pescatore nato evidentemente da poche ore”. Si seppe poi che la famiglia tailandese che aveva notato il micio conosceva quel raro tipo di gatto. Raccontarono ai soccorritori che la mamma del micino era una gatta che avevano salvato e poi liberato. Anche lei era stata abbandonato e trovata qualche anno prima in una risaia vicino alla loro abitazione. Avevano quindi cresciuto la gatta e poi l’avevano lasciata libera.

gatto-4 gatto-1 gatto-2

La gatta era a proprio agio all’interno di quel nucleo famigliare. Così di tanto in tanto tornava a trovarli. I soccorritori ritengono che si sia sentita così sicura di loro da decidere partorire una cucciolata vicino alla loro casa. Quando in quel periodo la famiglia notò la mamma gatta, notarono che stava spostando una cucciolata di gattini appena nati attraverso il cortile, in cerca di un punto sicuro. Nello spostare ogni gattino, forse aveva lasciato cadere per strada quello che poi era stato ritrovato.

gatto-5

La famiglia rimase in attesa che la madre tornasse, ma lei non lo fece mai, così chiese aiuto. “Quando arrivammo, il gattino era freddo e aveva urgente bisogno di latte. così lo portammo subito al WFFT Wildlife Hospital, vicino al petto del veterinario Aon per tenerlo caldo.” Il gattino è stato chiamato Simba.

È molto importante che il gattino Simba sopravviva, per il suo bene e per quello della sua specie

gatto-6 gatto-7 gatto-8

Il gatto pescatore rischia seriamente l’estinzione. Esso è considerato tra i gatti più vulnerabili di dimensioni piccole e medie dell’Asia sudorientale”. Questo è quello che è stato precisato dalla WFFT. In Tailandia, in modo particolare, la popolazione di questi gatti sembra aver subito un tracollo negli ultimi anni. Dei gatti pescatori monitorati per mezzo del radiocollare, negli ultimi tre anni oltre l’80 per cento sono stati uccisi o sono morti.

Il piccolo Simba, tuttavia, sembra davvero un piccolo combattente! Il team di veterinari ha realizzato un ambiente perfetto per lui, in modo da assecondare tutte le sue esigenze. Al momento sta bene. Dovremo aspettare per vedere cosa succederà nei prossimi giorni.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora