> > Gemma Galgani voleva farsi suora: "Ero pronta a prendere i voti"

Gemma Galgani voleva farsi suora: "Ero pronta a prendere i voti"

Gemma Galgani suora

Gemma Galgani voleva farsi suora: la dama di Uomini e Donne era pronta a prendere i voti, poi qualcuno le ha fatto cambiare idea.

Gemma Galgani, da ben 13 anni dama del trono Over di Uomini e Donne, ha confessato che voleva farsi suora.

E’ stato suo padre ad imperdirle con uno escamotage di prendere i voti. 

Gemma Galgani voleva farsi suora

Intervistata da Uomini e Donne Magazine, Gemma Galgani ha raccontato una parte inedita del suo passato. Quando era giovane, ha pensato di farsi suora. All’epoca studiava in collegio e credeva che il suo nome non le fosse stato dato a caso, visto che una sua antenata che si chiamava Gemma aveva scelto di dedicare la sua vita alla religione.

A farle cambiare idea, però, fu suo padre. 

Il racconto di Gemma Galgani

Gemma ha raccontato: 

“Rivelai questa intenzione per iniziare il percorso per prendere i voti e diventare suora perché era giusto che io conservassi la continuità della nostra antenata Santa Gemma Galgani. (…) È stato mio padre a farmi cambiare idea”. 

La Galgani confessò a suo papà di voler prendere i voti e lui si mostrò impassibile.

Gemma si stupì di questa sua reazione, ma non ci fece troppo caso. 

Gemma Galgani non è diventata suora grazie al padre

La dama di Uomini e Donne ha proseguito: 

“Con un colpo di genio, si fece vedere convinto e sembrava assecondare la mia vocazione, poi mi propose prima di tornare in convitto di fare una vacanza! Mi disse: ‘Non ti preoccupare, ti facciamo fare una breve vacanza in un soggiorno alpino. Poi, al ritorno, preparerai la tua misera valigia composta da pochi elementi e andrai a iniziare la tua vita da postulante’. E scherzando continuò: ‘Certo, sarà difficile per te rinunciare alla tua inseparabile frangetta. Non si è mai vista una suora con la frangia fuori dal velo‘”. 

Dopo la vacanza, Gemma ha capito che non voleva davvero farsi suora. Il resto della sua vita, ormai, è storia.