×

Genova, chiuso un altro ristorante di sushi: topi, sporcizia e alimenti mal conservati

Un altro ristorante di sushi a Genova è stato chiuso a causa della sporcizia, della presenza di topi e di alimenti mal conservati.

Sushi

Il proprietario del locale Koi Sushi, in Corso Torino, a Genova, è stato denunciato per violazione della “disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande“. Dovrà pagare 8mila euro di multe. 

Genova, chiuso un altro ristorante di sushi: topi, sporcizia e alimenti mal conservati

Chiuso il ristorante Koi Sushi in Corso Torino a Genova. La polizia locale e i tecnici dell’Asl, nella giornata di martedì 5 aprile, durante un sopralluogo nel locale, hanno trovato sporcizia, escrementi di topi, alimenti mal conservati e carenze strutturali e di cattiva manutenzione. La polizia locale ha contestato la mancata esposizione dell’autorizzazione amministrativa e violazioni in merito alla sorvegliabilità del locale per la presenza di uscite e finestre che danno accesso a luoghi privati.

Da parte della prevenzione della Asl3 sono state accertate gravi carenze igienico sanitarie, come alimenti conservati in contenitori riutilizzati, pesce in frigorifero senza termometro, cucine sporche e una evidente infestazione dovuta alla presenza di topi. Sono state trovate pentole e attrezzature sporche, lavandini usati per il decongelamento e come deposito dei rifiuti, il bidone della spazzatura pieno di rifiuti, i banchi frigo con guarnizioni rotte e ammuffite.

Genova, chiuso un altro ristorante di sushi: la situazione nel locale

L’impianto di aspirazione era coperto da una pellicola per alimenti, con la presenza di colate di grasso sopra il cibo. La cappa di aspirazione aveva segni di colamento e grasso che non veniva rimosso da tempo. Gli alimenti erano privi di protezione dalla contaminazione e il pavimento era carente di manutenzione, con le griglie sporche e ostruite. Nel magazzino c’era molto disordine e scarsa manutenzione, con contenitori di mozziconi di sigarette.

Nelle celle frigo sono stati trovati spessi strati di ghiaccio e ventole sporche e polverose, senza protezioni. Nel magazzino sono stati trovati escrementi di topi e come bidoni della spazzatura venivano usati sacchi appesi alle attrezzature. Gli operatori della cucina erano anche tutti privi di mascherine. Le condizioni hanno portato alla chiusura immediata del locale e alla denuncia del proprietario per violazione della “disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande“. Dovrà pagare 8mila euro di multe.

Contents.media
Ultima ora