> > Genova, corteo dei lavoratori di Ansaldo Energia contro il rischio di chiusura

Genova, corteo dei lavoratori di Ansaldo Energia contro il rischio di chiusura

Ansaldo Energia

I manifestanti hanno bloccato l'accesso al casello di Genova Ovest e altre aree strategiche della città.

I lavoratori di Ansaldo Energia hanno scioperato e bloccato le rampe che permettono di accedere al casello di Genova Ovest nella giornata di mercoledì 12 ottobre 2022 per protestare contro la gestione della loro azienda e il rischio di chiusura.

I lavoratori di Ansaldo Energia protestano contro il rischio chiusura

I manifestanti hanno chiesto a Cassa depositi e prestiti un impegno formale per riconoscere l’importanza strategica dell’azienda e le intenzioni di un’urgente ricapitalizzazione per salvare il loro posto di lavoro dopo la crisi esplosa alla fine di agosto.

“Questa deve essere la lotta di tutta la città come lo è stata quella per il cantiere navale di Sestri Ponente, anche in quel caso avevamo ragione noi, ma servono decisioni immediate.

L’intervento annunciato dal prefetto da parte di Cassa depositi e prestiti era già previsto da una precedente ricapitalizzazione e serve a garantire il pagamento degli stipendi altrimenti a rischio, ma non va oltre”, ha spiegato la Cgil.

“Non vi faremo chiudere Ansaldo Energia”

I lavoratori di Ansaldo Energia, sostenuti anche da quelli di tante altre aziende genovesi, hanno raggiunto il quartiere Sampierdarena, dove hanno fermato il traffico. Bloccata anche la sopraelevata di Genova

“Non vi faremo chiudere Ansaldo Energia”, recitava lo striscione mostrato all’inizio del corteo.

La mobilitazione potrebbe essere ripetuta.

Leggi anche: Vimercate, un liceo decide di rinunciare al sabato per il caro bollette

Leggi anche: Caro bollette, 17enne attaccato alle macchine rischia di morire per le spese troppo alte