×

Gentiloni a Crevalcore: “Dobbiamo mandare un messaggio di vicinanza a quelle popolazioni”

Gentiloni visita Crevalcore ricordando il terribile terremoto che colpì la zona nel 2012. Vicinanza e cooperazione tra istituzioni le sue parole d’ordine.

Gentiloni
Gentiloni a Crevalcore

Gentiloni a Crevalcore per ricordare il terremoto che colpì la zona cinque anni fa. Giornata importante per il Primo Ministro, che è ritornato sulle vicende drammatiche che colpirono il comune in provincia di Bologna.

Cinque anni dal sisma che creò danni e vittime, come L’Aquila, Amatrice, ed altre comunità del Centro Italia, in una sequela di tragici eventi incontrollabili, non prevedibili, e purtroppo, come le cronache hanno spesso riportato, almeno in parte prevenibili.

Gentiloni ha visitato la Magneti Marelli, eccellenza industriale della zona, che dà impiego a circa 300 operai. Il Primo Ministro si è fermato a dialogare con i manager della fabbrica.

Gentiloni ha fatto alcune dichiarazioni, nelle quali ha sottolineato l’importanza di farsi percepire solidali con le popolazioni colpite dal terremoto, anche con quelle colpite pochi mesi fa nelle zone centrali dell’Italia.

Come ripetuto anche dal Primo Ministro, per risollevare proprio quest’ultime comunità dopo il verificarsi del sisma, è Vasco Errani a seguire i lavori, lo stesso che curò un impegno similare in Emilia-Romagna.

L’attesa di Gentiloni è che Errani faccia bene lì, come fece a suo tempo nel terremoto precedente.

La strada giusta è quella di una sorta di sinergia tra amministrazioni locali e Governo, con l’adozione di provvedimenti normativi che favoriscano la ricostruzione e la ripresa delle normali attività di vita e lavoro. presso le zone colpite dal sisma.

Gentiloni ha annunciato che la stessa visita che il Presidente della Repubblica farà nella zona, è esso stesso un segnale importante, per confermare la vicinanza degli organi politici centrali, in un impegno comune e sentito.

Il Primo Ministro ha poi incontrato i Sindaci della zona, non dimenticando di richiamare l’importante lavoro svolto sino a qui, tanto dai comuni quanto dal Governo, esaltando quella capacità di fare squadra, di unirsi e collaborare che ha reso grande il Paese, proprio nei momenti di difficoltà.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche