Gentiloni: "Preferirei non continuare, ma decide Mattarella"
Gentiloni: “Preferirei non continuare, ma decide Mattarella”
Prima Pagina

Gentiloni: “Preferirei non continuare, ma decide Mattarella”

Gentiloni

Gentiloni rivela che preferirebbe non proseguire l'incarico a Palazzo Chigi, ma che non si tirerà indietro se Mattarella deciderà altrimenti.

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, ospite a “Che tempo che fa”, rivela le proprie perplessità nei confronti della chiusura dei partiti alle proposte di Mattarella. “Proseguire? Preferirei di no, ma quello che decide il Presidente mi troverà sempre pronto a rispondere. Lo considero un mio dovere” afferma, non escludendo la possibilità di essere nuovamente incaricato per il ruolo di Presidente del Consiglio.

Gentiloni, “Preferirei non proseguire, ma…”

Paolo Gentiloni, intervistato da Fazio a “Che tempo che fa”, ha confessato che preferirebbe non continuare con l’incarico di Presidente del Consiglio. Tuttavia, se Mattarella decidesse per un proseguimento, non si tirerebbe indietro. “Lo considero un dovere” ha affermato davanti alle telecamere di Rai 3.

Alla vigilia dell’ennesimo giro di consultazioni con il Capo dello Stato, Gentiloni si è espresso riguardo all’atteggiamento che le forze politiche stanno mostrando nelle tortuose strade del dibattito sulla formazione del nuovo governo. “Sono un po’ perplesso su altolà preventivi a eventuali proposte del Presidente della Repubblica” ha confessato Gentiloni.

Secondo il Premier, i partiti dovrebbero concedersi qualche minuto e riflettere sugli interessi generali dell’Italia, prendendo in considerazione la possibilità di ascoltare eventuali proposte di Mattarella. Dire no al Presidente, in fondo, è dire no al Paese, come ha tenuto a sottolineare Paolo Gentiloni.

Per quanto riguarda un plausibile accordo Lega-M5s, Gentiloni si è mostrato perplesso. Ha ricordato i toni aggressivi con i quali i due partiti si sono fatti la guerra in campagna elettorale e ha dichiarato che, secondo la sua opinione, a livello internazionale costituirebbe un’incognita.

Gentiloni

Gentiloni sul Pd: “Diamo tempo a Martina”

Non sono mancate le riflessioni sulla posizione assunta dal Pd nella diatriba politica. Il messaggio inviato dal Premier ai Dem ha evidenziato la necessità del Centrosinistra di “dare un contributo al governo del Paese”, pur restando dell’idea che un esecutivo con il Movimento 5 stelle sarebbe irrealistico. Il Presidente del Consiglio ha preso le distanze dal “tocca a loro” di Renzi, in quanto andare al tavolo con i grillini avrebbe significato scoprire le grandi contraddizioni tra Dem e pentastellati.

L’intervista ha toccato anche il tasto Maurizio Martina.

Il Premier ha difeso il nuovo Segretario del Pd invitando gli elettori a “dargli tempo” per ricostituire l’unità all’interno del partito, ammettendo che la colpa del fallimento del Centrosinistra alle elezioni non va attribuita esclusivamente a Renzi, ma a tutti i dirigenti, a partire da lui stesso.

Gentiloni, come tutto il Pd, spera di non tornare alle urne se non si riuscirà a trovare un soluzione che dia un governo al Paese e si dice pronto a sostenere Mattarella per un governo “di responsabilità”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche