×

Ghost – Fantasma, il romantico film con Patrick Swayze e Demi Moore

Condividi su Facebook

Ghost – Fantasma, il romantico film di Jerry Zucker uscito nel 1990 con protagonisti Demi Moore, Patrick Swayze e Whoopi Goldberg, la seconda attrice afroamericana a vincere l’Oscar.

Regia, attori e colonna sonora

Come dimenticare il film Ghost – Fantasma, uscito nel 1990 per la regia di Jerry Zucker con protagonisti i dolcissimi Demi Moore e Patrick Swayze, e con una Whoopi Goldberg che definire esilarante è dire poco? La struggente storia dei fidanzati Sam Wheat e Molly Jensen fa ormai parte della storia del cinema, in particolare ovviamente di quello romantico; oltretutto è stata resa immortale dalla colonna sonora Unchained Melody, interpretata dai Righthouse Brothers.

Trama

Sam è un impiegato di banca newyorkese che da poco è andato a convivere con Molly, artista che realizza sculture in creta – celeberrima è la scena d’amore in cui lei insegna al fidanzato a lavorare il materiale –. La loro è un’esistenza serena e felice – l’unica preoccupazione di Molly sembra essere che Sam non le dica mai “Ti amo”, ma si limiti a rispondere a lei con un “Idem” –. Sam, però, sa che “Basta un attimo e non ci sei più”, come dice guardando al telegiornale insieme alla fidanzata un aereo precipitato al suolo.

Infatti il destino incombe presto sui due innamorati: Sam viene ucciso da Willy Lopez, un sicario portoricano assoldato da Carl Bruner, “amico” di Molly e di Sam, e collega del giovane, che lo fa assassinare perché Sam stava per scoprire che lui riciclava denaro sporco nella banca in cui lavoravano. Molly, dopo la morte di Sam, è sola e disperata e Carl ne approfitta per farle persino delle avances, per non farle sospettare il proprio coinvolgimento nella morte del suo fidanzato.

Senonchè Sam decide di rivolge ad una bizzarra medium afroamericana, Oda Mae Brown (Whoopi Goldberg), per far sentire a Molly che, per quanto come fantasma, è ancora accanto a lei. Il giovane ha anche scoperto che il suo omicidio, il quale sembrava esito di un “banale” furto del suo portafoglio finito in tragedia, è stato commissionato proprio da Carl. Con l’aiuto di Sam e Oda Mae, anche Molly scoprirà come stanno veramente le cose e, se Willy Lopez, morirà investito da un’auto fuggendo da Sam che si divertiva a fargli spaventosi scherzi, anche Carl, dopo aver minacciato di uccidere Oda Mae e Molly, viene spaventato dal fantasma e morirà infilzato dal vetro di una finestra, rotta dal fantasma stesso.

Successivamente si vedono gli “Spiriti dell’Inferno” portare via Carl tra atroci urla – come precedentemente avevano fatto con Willy -, ma non prima che egli, diventato a sua volta spirito, riesca, sorpreso, a rivedere Sam. Dato che quest’ultimo ha esaurito il suo compito sulla terra, gli “Spiriti buoni” possono condurlo finalmente in Paradiso, non prima di avergli permesso di salutare Oda Mae e di dire “Ti amo” a Molly: a questo punto è lei, commossa, a dirgli “Idem”.

Curiosità

Ghost può essere definito uno dei film più imperdibili degli ultimi 30 anni e segna la vittoria dell’ Oscar come attrice non protagonista per Whoopi Goldberg, che diventa la seconda attrice afroamericana ad aggiudicarsi la statuetta più ambita dopo Hattie McDaniel, la mitica Mammy di Via col Vento, nel 1940, e il terzo personaggio afroamericano dopo Sidney Poitier – che lo vinse per la sua interpretazione ne I gigli del campo nel 1964 -.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.