×

Un giardino straordinario per la moglie cieca: ecco la storia commovente di casa Kuroki

Ogni primavera, i media giapponesi parlano della residenza Kuroki, il cui meraviglioso giardino rappresenta il dono di un marito per la moglie cieca.

giardino

Ogni primavera, i giornali del posto e i canali televisivi giapponesi parlano della straordinaria storia di una casa ubicata nella città di Shintomi, nel distretto di Koyu, in Giappone. Si tratta della residenza Kuroki. Nel corso del tempo, questa casa privata è diventata una popolare attrazione turistica. Ogni anno, in aprile, migliaia di persone si riversano per vedere la fioritura del suo giardino. Il signor Toshiyuki oggi ha 86 anni e per più di venti anni si è occupato tutto da solo di mantenere e gestire il suo spettacolare giardino.

Sua moglie Yasuko ha 76 anni. Il suo compito è quello di accogliere gli ospiti e i visitatori. Ma quelli che ancora non lo sanno, sono scioccati nel sapere che Yasuko non ha mai potuto vedere lo spettacolo stupefacente che ogni anno si manifesta nel giardino di casa sua.

La commovente storia di come questo giardino sia nato è un qualcosa che ha intenerito l’intero paese.

La vita dei coniugi Kuroki

La coppia si sposò nel 1956. Fu un matrimonio combinato, anche se i due scoprirono ben presto di essere fatti l’uno per l’altra. Vivevano con un piccola rendita ricavata dall’agricoltura. All’inizio fu dura, ma grazie al carattere allegro di Yasuko la loro piccola casa era sempre allegra e piena di risate. Presto la famiglia si allargò, con l’arrivo di tre figli. La coppia passò quindi dalla coltivazione dei terreni alla produzione di latte.

10170760_627083014047641_1678009618282240188_n

La produzione di latte li coinvolse in un lavoro costante e intenso. La famiglia iniziava a lavorare tutti giorni alle due del mattino. La pulizia, l’alimentazione, la mungitura erano tutte responsabilità quotidiane che occupano il loro tempo sette giorni su sette, tutti i giorni all’anno. La coppia lavorò autonomamente in questo modo per ben vent’anni, sostenendosi a vicenda nei giorni più faticosi. E intanto misero al mondo altri figli.

Dopo 30 anni di matrimonio, Toshiyuki e Yasuko cominciarono a pensare di non dedicarsi solo al lavoro. Desideravano vedere il giorno in cui, finalmente liberi, avrebbero potuto viaggiare in tutto il Giappone per visitare i luoghi più famosi del loro paese. Era un sogno che conservavano da tempo, per il quale risparmiavano ogni anno qualcosa per quando il momento sarebbe arrivato.

Toshiyuki aveva fatto questa promessa alla moglie, una donna che in tutti quegli anni lo aveva accudito e sostenuto senza mai un lamento. Ma nessuno poteva immaginare la tragedia che li attendeva!

Poi, purtroppo, la terribile diagnosi…

10297595_627082807380995_8150535586613324814_n

Un giorno Yasuko iniziò a lamentare un tremendo fastidio agli occhi. Diceva che li sentiva come annebbiati e che non riusciva a vedere bene le mucche. Yoshiyuki la portò subito dall’oculista, ma il medico sulle prime non fu in grado di scoprire quale fosse la causa del problema. Solo una settimana più tardi, Yasuko divenne completamente cieca. In ospedale, dove la donna era stata ricoverata, fu constatato che la cecità era frutto di una complicazione causata dal diabete.

Yasuko aveva a quel tempo 52 anni. La cecità, per lei che è sempre stata una persona attiva, fu uno shock enorme. Si fece meno loquace, smise quasi completamente di sorridere. Con la perdita della vista di Yasuko, inoltre, la coppia non poteva più permettersi di prendersi cura della fattoria. Toshiyuki non era più in grado di occuparsi di 60 vacche da solo. Il suo cuore era spezzato e, al tempo stesso, l’uomo si sentiva profondamente deluso di sé stesso. Si accusa di aver sempre dato priorità al lavoro, trascurando la salute della moglie. L’uomo perse la fattoria e anche il loro sogno di viaggiare, un sogno accarezzato per tutta vita e che era a un passo dal diventare realtà!

Il giardino come cura per Yasuko

11217679_1099604933418762_1412241330838489202_n

Toshiyuki fece del suo meglio per rallegrare la moglie. Ma lei, dopo il suo ritorno a casa dall’ospedale, era sempre più depressa. Trascorreva sempre più tempo da sola in casa, senza parlare con nessuno. Era come se avesse perso le speranze, sola, immersa nell’oscurità. Vederla in questo stato, fece estremamente male a Toshiyuki, che si sentiva impotente. Durante la primavera di quell’anno, la prima da quando Toshiko aveva lasciato l’ospedale, Toshiyuki si mise a guardare fuori dalla finestra. Si chiedeva come mai alcune persone si fossero radunando nel suo giardino. Capì che stavano tutti guardando i fiori rosa che aveva piantato l’anno precedente sotto il solido albero d’arancio. E subito un’idea gli venne in mente. Toshiyuki decise di dedicare più tempo al giardino, per aggiungere ancora più fiori.

Aprì dunque la parte posteriore della casa sulla collina e preparò il terreno, con un lavoro che durò 2 anni. Durante l’estate raccoglieva le erbacce, mentre in autunno concimava il giardino. Pianta fiori e muschi di colore rosa che, pian piano, cominciarono a diffondersi. L’idea di Toshiyuki era questa: se non riusciva a convincere la moglie a uscire di casa, allora avrebbe portato le persone in casa da lei. Toshiyuki voleva rendere il suo giardino unico e straordinario. Tutti dovevano visitarlo e, in questo modo, recare visita anche alla moglie. L’uomo lavorò per quei fiori rosa ogni singolo giorno.

Nei 10 anni che seguirono, tramite il passaparola, il giardino divenne un’attrazione sempre più conosciuta. Sempre più persone si recano in visita a casa Kuroki. Al centro di ogni gruppo era sempre presente la stessa Yasuko, che chiacchierava allegramente. Il giardino di Toshiyuki era riuscito nell’intento di riportare il sorriso sul suo volto.

Il giardino oggi

10003257_829943960355647_7473706087524031156_n

Oggi circa 3000 metri quadri di terreno sono ricoperti di un bellissimo tappeto di fiori rosa. Un panorama che mozza il fiato. Nella stagione della fioritura, il giardino accoglie dai tremila ai cinquemila visitatori nel fine settimana. Toshiyuki ha attrezzato la propria casa in modo che i visitatori possano godersi la loro passeggiata. Vi sono infatti corrimano e panchine, tutti realizzati da Toshiyuki, che ancora oggi ogni giorno si reca in giardino per lavorare. Dice che i sorrisi della gente e soprattutto quello della moglie sono la sua ricompensa più grande.

Ogni fiore che Toshiyuki ha piantato rappresenta il suo amore per Yasuko. I visitatori non possono che rimanere colpiti: non solo dai fiori, ma anche dalla bellezza di questa storia d’amore che li ha generati. Yasuko è oggi una signora felice, grazie a un marito premuroso. Se avete la possibilità di visitare Miyazaki in primavera, fate una sosta nella residenza Kuroyuki. Qui incontrerete la coppia più dolce della città di Shintomi.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche