Gino Paoli, un incontro in jazz - Notizie.it
Gino Paoli, un incontro in jazz
Bari e Puglia

Gino Paoli, un incontro in jazz


GINO PAOLI – VOCE
DANILO REA – PIANO
FLAVIO BOLTRO – TROMBA
ROSARIO BONACCORSO – CONTRABBASSO
ROBERTO GATTO – BATTERIA

Biglietti:

Platea numerata € 22
Parterre € 15
Gradinata € 10

il costo del biglietto e’ comprensivo di prevendita.
per ogni biglietto che acquisti, indipendentemente dal settore , doni € 1 all’ANT.

le prevendite saranno rese note dal 21 Ottobre ed i biglietti saranno in vendita dal 22 Ottobre.

L’ Associazione Culturale CAPOLINEA , con la collaborazione dell’Accademia Musicale Scuola sul Mare magistralmente diretta dal maestro Agostino Marangolo, noto per essere stato , fra gli altri, batterista di Pino Daniele e dei Goblin, e’ lieta di proporre il progetto “GINO PAOLI Un incontro in Jazz”.

Eccoci alla nuova incursione di Paoli nel mondo del jazz.
Questo progetto si fonda su un quintetto oramai consolidato dal nome “Un incontro in Jazz”, formato dallo stesso Gino, Flavio Boltro alla tromba, Danilo Rea al piano, Rosario Bonaccorso al contrabasso e Roberto Gatto alla batteria, quattro mostri sacri della musica jazz ed al momento il miglior quartetto in circolazione.
Nella scaletta proposta spiccano brani internazionali quali “Smile” di Chaplin, “Eu sei que vou te amar” di Jobim, “Que reste-t-il” di Trenet.

Contigo en la distancia di Cèsar Portillo de la Luz.
Le rivisitazioni dallo stesso repertorio Paoliano di “E m’innamorerai” e “Ti lascio una canzone”, vi sono poi cinque inediti i cui testi si devono a Paoli e le musiche, alternativamente, ai musicisti sopra citati (eccetto “Canzone di una mano”, che è integralmente di Paoli).
L’interesse di questo concerto risiede nell’avvicinare al jazz un pubblico che non ha dimestichezza con questo genere musicale da alcuni considerato di nicchia; e di stuzzicare, nel contempo, gli amatori del jazz che troveranno pregevoli esecuzioni nella cifra di artisti che hanno già reputazione internazionale.
Anzi – racconta Gino -, se c’è una “fatica” in questa esperienza che va avanti già da alcuni anni, è proprio quella di mettere insieme – per i concerti o le registrazioni – un gruppo di artisti che hanno, ciascuno, frequenti impegni ovunque.

Il progetto parteciperà ad una raccolta fondi a favore dell’ANT , donando un euro per ciascun biglietto venduto ed ospitando l’associazione durante la serata, offrendole uno spazio all’interno del Palasport .

giovedì 22 dicembre · 21.30 – 23.30

Palasport Andria

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche