Giochi da fare al mare in acqua - Notizie.it
Giochi da fare al mare in acqua
Guide

Giochi da fare al mare in acqua

Ecco alcuni giochi da fare al mare in acqua:

LA MINA GALLEGGIANTE
I giocatori sono in acqua fino all’altezza dei fianchi e formano un cerchio. Al centro del cerchio viene messa una palla o un qualsiasi altro oggetto galleggiante. Al via, tutti muovono l’acqua davanti a sé, cercando di allontanarla dal proprio corpo. Chi viene toccato dalla palla in qualsiasi parte del corpo viene eliminato.
Si ricomincia con un giocatore in meno e si prosegue finché non rimane che il solo vincitore.

STELLA MARINA
(Acqua all’altezza del petto)
I giocatori, in cerchio, si prendono per mano; questi si contano per due. A un primo segnale, i numero “uno” lasciano scivolare i piedi verso l’interno del cerchio fino ad arrivare a galleggiare tenendo le mani dei compagni vicini. A un secondo segnale, si ricompone il cerchio con i giocatori in piedi. I ruoli si invertono e i giocatori “due” si lasciano andare fino a galleggiare.

La sequenza si ripete a discrezione dei giocatori.
Questo è un gioco cooperativo – ricorda molto alcuni “New Games” (giochi creati dai pacifisti americani degli anni Settanta) come “La tenda mongola” – perché tutti i giocatori compiono azioni per raggiungere un fine comune. Comporre una “stella marina”, inoltre, presuppone un rapporto di fiducia fra i partecipanti.

PALLA CAVALIERE
(Acqua all’altezza dei fianchi)
I giocatori si dispongono in cerchio a 2-3 metri di distanza l’uno dall’altro e si contano per due. I numeri “uno” (cavalieri) montano “a cavallo” sui numeri “due” (cavalli). I cavalieri si passano una palla (leggera) l’uno con l’altro. Se, durante questi passaggi, la palla cade nell’acqua, i cavalieri si tuffano per fuggire dai cavalli. I cavalli si impadroniscono della palla e cercano di colpire i fuggitivi. Chi conquista la palla, si ferma sul posto e tira la palla a uno dei cavalieri. E’ permesso solamente un tiro. Se un cavaliere viene colpito, si invertono i ruoli.

Se questo non avviene, i cavalieri ritornano sui loro cavalli e il gioco riprende con i passaggi della palla.
Palla cavaliere agli inizi del novecento
“Palla cavaliere” è un gioco in cui la competizione si sviluppa in due fasi:
1ª) squadra contro squadra in modo dissimmetrico: ciascuna squadra svolge ruoli e azioni differenti;
2ª) duello: un giocatore cerca di colpire l’altro.
Questo gioco sulla terra ferma, così come gran parte dei giochi che richiedono uno sforzo fisico e particolari abilità motorie, attualmente è sempre meno praticato. Giocare “Palla cavaliere” in acqua – dove gli sforzi e i rischi di cadere e farsi male sono minimi – è un’ottima occasione per “ripescare” un gioco dalla tradizione ludica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*