×

Manuale di Padre Pacifico: come vincere al gioco del lotto

Descrizione e cenni storici del gioco del lotto, introduzione al metodo di Padre Pacifico.

gioco del lotto
Manuale di Padre Pacifico: come vincere al gioco del lotto

Il gioco del lotto tra fato, supposizioni e studi: ciò che c’è da sapere per non lasciare nulla al caso. Da piccola, tra una passeggiata per le vie del mio paesino e un gelato mangiato in piazza, mi capitava di sentire qualcuno che correva “a giocare la schedina”. Così chiedevo spiegazioni, pensavo a quali possibili numeri le persone potessero giocare, mi stupivo quando qualcuno vinceva. Quella serie di numeri che apparentemente erano messi lì senza criterio mi affascinava. Così come affascinano milioni di italiani. Sono in molti, infatti, a tentare la sorte con quello che il matematico De Finetti definì nel 1985 una “tassa sull’imbecillità”: il gioco del lotto.

-

Gioco del lotto

E sono in molti anche a fantasticare sulla fatidica domanda: se vincessi il jackpot, cosa farei di quei soldi? Domanda alla quale si risponde immaginandosi mentalmente di estinguere mutui o debiti, togliersi piccoli sfizi e via dicendo. Ma come funziona il gioco del lotto? Niente di più semplice e immediato. Innanzitutto va detto che si possono giocare un massimo di dieci numeri. I numeri estratti, però, possono essere cinque. Questi cinque numeri vanno da 1 a 90.

Le ruote di estrazione sono dieci: Bari, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia. Oltre a queste, c’è la possibilità di giocare sulla Ruota Nazionale. Solitamente si sceglie una sola ruota, a meno che non si selezioni quella denominata “tutte”. In quest’ultimo caso, si può giocare appunto su tutte, eccetto quella Nazionale.

Il fatto di averlo definito semplice, non significa che non sia ritenuto un gioco d’azzardo a tutti gli effetti. Né che non ci sia una regolamentazione a disciplinarne l’uso. Si tratta infatti di fare delle vere e proprie scommesse, e il gioco è regolamentato dal Decreto dell’otto febbraio 2010. Si può scommettere di pronosticare l’uscita di:

  • Un numero, definito estratto;
  • due numeri, chiamati in gergo ambo e ambetto;
  • tre numeri: terno;
  • quattro numeri: quaterna
  • cinque numeri: cinquina.

A seconda delle combinazioni di ruota e numeri indovinati si avrà accesso ad un diverso montepremi. L’ammontare massimo è di sei milioni di euro. La giocata può essere ripetuta più volte consecutivamente e per concorsi diversi, in questo caso si parla di abbonamenti. Se, invece, si ripete sì più volte ma per lo stesso concorso, si parla di giocate multiple.

Si può puntare da un minimo di un euro ad un massimo di duecento.

Sono tanti e svariati i modi in cui si raccattano i numeri da giocare. C’è chi li sogna, chi ha i suoi numeri fortunati, chi prende nota di date e avvenimenti importanti, chi si affida al caso e via dicendo. Ma esistono anche delle combinazioni predefinite, che non richiedono troppo sforzo o inventiva. Quindi anziché dare retta allo zio, alla nonna, all’istinto, si dà credito ai cosiddetti sistemi. Le estrazioni avvengono tramite urne elettroniche. È curioso sapere che, in precedenza, si utilizzava un bambino bendato che estraeva i numeri dall’urna, che venivano così “mescolati” grazie ad una manovella. L’estrazione avviene tre volte a settimana: martedì, giovedì, sabato.

Come vincere al lotto

È ciò che ogni giocatore (ma anche chi giocatore non lo è) si chiede. Esiste veramente un criterio per far sì che la fortuna, che tanto aiuta gli audaci, possa aiutare anche chi audace non lo è? Infatti, è vero che il gioco del lotto è considerato un gioco soprattutto di sorte, di fato, di fortuna – decidete voi quale parola preferite usare – ma non è così inusuale affidarsi a sistemi più precisi, matematici e statistici. Vale a dire, a sistemi considerati più attendibili poiché vi è tutto uno studio dietro.

Non bisogna disdegnare neanche delle semplici regole che possono in qualche modo “indirizzare” la buona sorte. Dunque, se la Dea bendata non è proprio vostra amica, potrete ricorrere a diversi metodi. Magari evitando quello dei numeri ritardatari. Il quale è forse una delle teorie più in voga, ma la meno affidabile. Ha creato più danni che ricchezze, poiché si basa sul principio secondo il quale se un numero non viene estratto da diverso tempo, avrà più probabilità di uscire. Più che di statistica, si ha a che fare totalmente con l’istinto e la fortuna in questo singolo caso. E ogni numero ha la stessa probabilità di essere estratto di ogni altro. I numeri, infatti non hanno alcun tipo di “memoria”. Altre teorie sono:

  • Il metodo del tre: Si basa sulla giocabilità di sei combinazioni fisse costituite da tre numeri ognuna.
  • La regola del 18: così definita poiché ogni numero, basandoci su questo metodo, ha una probabilità su 18 di uscire. Il ragionamento è questo: se per ogni ruota vengono estratti 5 numeri su 90, dividiamo 90 per 5 e il risultato sarà 18. Per cui, in teoria, un dato numero potrebbe uscire dopo 18 estrazioni.
  • Giocare a ripetizione lo stesso numero. E la spiegazione di questo metodo, non ha bisogno di ulteriori chiarimenti.

Un metodo che ultimamente sta spopolando per quanti non vogliono assolutamente rinunciare al gioco del lotto, è il Manuale di Padre Pacifico.

Per saperne di più basta cliccare sull’immagine seguente.

IL METODO DI PADRE PACIFICO.

Metodo Padre Pacifico

Se tentare la fortuna non fa per noi, o se le regole appena descritte non hanno funzionato, cercare nuove idee su cui basarsi è legittimo. A questo proposito, il Manuale di Padre Pacifico, costituisce un’ottima alternativa. È un’utile guida che descrive il calcolo corretto da fare per azzeccare i numeri al Lotto, con il solo aiuto della propria data di nascita. È un metodo che risale al 1831, quando Padre Pacifico intuì un modo per calcolare i numeri che sarebbero stati estratti in base alla statistica e alla loro sortita. Il manuale è breve (solo quattordici pagine), efficace e non costa troppo.

Inoltre, acquistando il manuale (solo sul sito online ufficiale), si avrà diritto ad uno sconto, al diritto di recesso qualora non si fosse soddisfatti e l’accesso ad un gruppo chiuso su Facebook. Qui, saranno pubblicati ulteriori video di spiegazioni su come vincere al gioco del lotto, che saranno disponibili in ogni momento. Verranno fatti esempi pratici e si avrà la possibilità di mettere in atto ciò che nel manuale viene descritto, in modo da avere riscontri concreti. Il gruppo fornisce anche una continua assistenza. L’adesione è ovviamente gratuita. Il link per accedervi è stampato su ogni manuale. È, dunque, un valido prodotto per avere sempre i numeri giusti da giocare, per conoscerne trucchi e studiarne probabili combinazioni. Il gioco del lotto non avrà più segreti!

Il manuale di Padre Pacifico si trovo solo su questa pagina web e puoi acquistarlo facilmente inserendo nel modulo presente il proprio Nome, Cognome e Numero telefonico. Entro qualche minuti, un operatore, provvederà a contattarti per avere conferma dell’ordine

Attualmente è in vendita a un prezzo promozionale, scontato del 50% rispetto a quello di listino.

La spedizione è completamente gratuita, avviene per mezzo di un corriere espresso e il pacco, anonimo e discreto, arriverà entro 1-3 giorni lavorativi.

Il pagamento si effettua in contanti, al momento della consegna (tramite contrassegno): non rischi nulla.

Il Manuale che riceverai è composto da ben 14 pagine.

Attualmente è in vendita a un prezzo promozionale, scontato del 50% rispetto a quello di listino.

La spedizione è completamente gratuita, avviene per mezzo di un corriere espresso e il pacco, anonimo e discreto, arriverà entro 1-3 giorni lavorativi.

Il pagamento si effettua in contanti, al momento della consegna (tramite contrassegno): non rischi nulla.

Il Manuale che riceverai è composto da ben 14 pagine.

-

Padre Pacifico opinioni

Le opinioni sono positive, la gente che ha deciso di fidarsi e affidarsi al manuale di Padre Pacifico si ritiene soddisfatta. Riportiamo, alcune testimonianze prese dai social e sul sito ufficiale del prodotto .

Anna Cavallaro di Bari ci dice: “mio marito ha acquistato il Fascicolo di Padre Pacifico ed è arrivato direttamente a casa. Pagato al corriere. E’ veramente incredibile che posso giocare i numeri al Lotto calcolandoli grazie ad un metodo preciso. Non siamo diventati milionari, ma qualche piccola soddisfazione è arrivata.”

Aldo Chillotti di Torre del Greco afferma prontamente: “amo il gioco del Lotto da sempre e qualche volta ho vinto. Ma da quando ho scoperto il metodo di Padre Pacifico ho ricavato i numeri partendo dalla mia data di nascita. Veramente consigliato per chi vuole iniziare questa avventura e tirare su qualche soldo!!!”

Ciò che è più rassicurante è che anche il parere degli esperti si sia rivelato positivo. Prendiamo, ad esempio il dottor Paponetti, esperto di statistica e grande conoscitore del metodo di Padre Pacifico. Paponetti ha studiato i suoi manoscritti per più di venti anni e conferma che il metodo spiegato nel manuale è assolutamente applicabile al gioco del lotto. Metodo reso tale dagli studi effettuati e dall’utilizzo di un’efficace formula matematica.

Padre Pacifico funziona

Le probabilità di vincita sono alte e non bisogna aspettare troppo per ricavarne dei risultati validi. Si registrano in media:

  • Terno con probabilità del 15% in 9 colpi;
  • Ambo con probabilità del 50% nei primi 3-4 colpi;
  • Ambetto con probabilità del 65%.

La statistica media è stata calcolata su più di 1200 casi, analizzati dal 1946 fino ad oggi.

-

Storia del gioco

La genesi del gioco del lotto non è ancora molto chiara. Probabilmente, così come ci è pervenuto, è una evoluzione di giochi che erano in voga già al tempo di antichi egizi, greci, romani. Gli antenati del lotto sono molteplici, considerato che l’abitudine a scommettere è sempre stata presente un po’ ovunque. Ad esempio, a Milano, nel 1448, erano note le borse di ventura. Si trattava di forme di lotteria più “arcaiche” e funzionavano così: i partecipanti acquistavano dei biglietti su cui si scriveva il proprio nome. I premi in palio erano sette ed erano costituiti da borse con ducati di diverso valore, che poi venivano estratti a sorte.

Al 1528, a Firenze, si fa risalire il primo banco del lotto. A Genova, invece, un ammiraglio di nome Andrea Doria propose di nominare i membri dei collegi a sorte tra 120 cittadini. Sorteggio che divenne a tutti gli effetti oggetto di scommessa. Nel 1576 si afferma prepotentemente il gioco del lotto, proprio a Genova. Pare, però, che la situazione sfuggì di mano, tanto che nel 1588 uno statuto proibì di praticarlo in merito a elezioni e vita di Papi, imperatori, re, riguardo l’esito di battaglie, sull’efficienza degli eserciti, sui matrimoni. Si vocifera che si facessero addirittura pronostici sulla peste. Nel 1620, sempre a Genova, il gioco del lotto fu regolamentato per la prima volta . Tuttavia, i pareri contrari non erano pochi a quell’epoca.

Infatti, in altri stati italiani e soprattutto nello Stato Pontificio, costituiva motivo di contrasto poiché era ritenuto per molti aspetti immorale. Passati quegli anni, e diventato un gioco frequente, ci fu una sorta di “tira e molla”: il gioco del lotto veniva ciclicamente soppresso e poi riabilitato. Nel 1785 fu presa un’importante decisione da Papa Pio VI, vale a dire che quanto ricavato potesse essere destinato alla costruzione di opere religiose, caritatevoli. Intanto, nel 1735, si afferma a Venezia.

Da lì, poi, gradualmente si diffonde e viene regolamentato anche nel resto dell’Italia. Il gioco del lotto prende talmente tanto piede che, considerati gli ingenti proventi, le autorità pubbliche decidono di porlo sotto il loro monopolio. Nel 1863 si è ormai diffuso in tutta Italia. All’epoca si giocava solamente su sei ruote: Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Torino, Venezia. Nel 1871 si aggiunge Roma. Nel 1874 è la volta di Bari. Per la struttura che conosciamo noi a dieci ruote, si dovrà aspettare il 1939, anno in cui entrano a farne parte anche Cagliari e Genova. Nel maggio 2005 viene inserita anche la Ruota Nazionale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche