×

Giornalismo: morto l’ex direttore del Tg2 Alberto La Volpe

default featured image 3 1200x900 768x576

Lutto nel mondo del giornalismo. E’ morto, quest’oggi, a 83 anni Alberto La Volpe, giornalista protagonista di una lunga carriera in Rai. Lo ha reso noto il Tg2, testata che diresse dall’87 al ’93, inventando insieme a Giovanni Falcone “Lezioni di mafia”; fu anche cofondatore e vicedirettore del Tg 3 e conduttore storicp di Speciale Tg1.

La Volpe per un decennio fu sindaco di Bastia Umbra e poi anche deputato con i progressisti. Tra gli incarichi anche sottosegretario all’Interno del primo governo D’Alema.

Carriera in Rai

Giornalista Rai dal 1963, La Volpe nel 1979 è stato cofondatore e vicedirettore del Tg3 assieme a Biagio Agnes e Sandro Curzi. È stato uno degli storici conduttori di Speciale TG1 fino al 1987 quando il Consiglio di Amministrazione della Rai lo nominerà Direttore del Tg2 succedendo ad Antonio Ghirelli passato a dirigere L’Avanti, l’incarico di direttore della testata giornalistica di Rai 2 la manterrà fino al 1993 per tornare a svolgere l’attività di politico, lasciando il posto a Paolo Garimberti.

Carriera in politica

Oltre al giornalismo, Alberto La Volpe si è dedicato per anni all’attività politica. Viene eletto deputato nella XII legislatura con il Partito Socialista Italiano, il partito all’inizio era all’interno del Gruppo Misto ma dopo un mese passa in coalizione con l’Alleanza dei Progressisti, svolgerà l’incarico di deputato fino all’8 maggio 1996. Nella successiva legislatura non viene rieletto ma svolge incarichi di governo: è stato sottosegretario ai beni culturali e ambientali dal 22 maggio 1996 al 20 ottobre 1998 durante il Primo Governo Prodi e poi venne nominato sottosegretario all’interno del Primo Governo D’Alema dal 22 ottobre 1998 al 21 dicembre 1999, in rappresentanza dei Socialisti Democratici Italiani.

Fu per dieci anni sindaco di Bastia Umbria.

Secondo Antonio Matasso, presidente della Fondazione socialista antimafia “Carmelo Battaglia”, “con Alberto La Volpe va via un altro grande maestro del giornalismo televisivo: egli ha portato avanti un impegno civile rigoroso, frutto anche di quella fede socialista che non ha mai abbandonato”.

I funerali si terranno giovedi 18 Maggio alle 15,30 a Roma nella chiesa di Santa Chiara in piazza dei Giochi Delfici.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora