Giovane scomparso trovato senza vita
Giovane scomparso trovato senza vita
Cronaca

Giovane scomparso trovato senza vita

antonio alexander pascuzzo

Trovato il cadavere di Antonio Alexander Pascuzzo, il 18enne scomparso il 6 aprile. Il giovane è stato assassinato.

Antonio Alexander Pascuzzo è stato trovato senza vita. Il giovane di 18 anni era scomparso lo scorso 6 aprile a Buonabitacolo, comune in provincia di Salerno, e da allora se ne erano perse totalmente la tracce. Nonostante nelle prime ore del ritrovamento gli inquirenti abbiano mantenuto il riserbo sulle cause del decesso, ora è stato reso noto che il giovane sarebbe morto probabilmente tre giorni ed è stato assassinato. Sono infatti almeno sei le coltellate trovate sul suo petto. Il 18enne è stato trovato nei pressi di un impianto sportivo da uomini della protezione civile. Sul posto sono giunti immediatamente i carabinieri della compagnia di Sala Consilina. Antonio Alexander era uscito dalla sua abitazione venerdì scorso. Da allora nessuno l’aveva più visto o sentito. Il giovane abitava con il padre e lo zio a Buonabitacolo, ma solo da qualche mese. I suoi genitori erano separati e il ragazzo era tornato da poco dal Perù, dove viveva con la madre.

Alcune risposte sulla misteriosa morte del 18enne potranno arrivare solo dall’autopsia, prevista per lunedì. Il giovane era stato accusato in passato di spaccio di sostanze stupefacenti. Sul luogo del ritrovamento del cadavere sono al lavoro gli inquirenti: Davide Acquaviva, capitano della compagnia dei carabinieri di Consilina, Vittorio Russo, procuratore della repubblica presso il Tribunale di Lagonegro e il medico legale.

La scomparsa

Il ragazzo è uscito di casa per comprare un pacchetto di sigarette; così ha riferito lo zio di Antonio alle Forze dell’Ordine. Un video, registrato dalle videocamere di sorveglianza di una tabaccheria, conferma in effetti l’acquisto di tabacco da parte di Antonio. Il padre del ragazzo, non vedendolo tornare, è uscito a cercarlo. Alle 22.40 lo ha chiamato per due volte al cellulare, senza ottenere risposta. Il telefono, a una terza telefonata, è risultato spento. Antonio però avrebbe ricevuto una chiamata proprio prima di uscire di casa. Il padre ha rivolto, poco tempo dopo la scomparsa del figlio, un appello disperato: “Chiunque lo abbia visto, o ha notizie su che fine abbia fatto, ce lo faccia sapere”. Il ragazzo è stato cercato per giorni da numerosi volontari e dalle Forze dell’Ordine, ma invano. Oggi quel filo di speranza si è definitivamente spezzato.

La fiaccolata

Nei giorni scorsi gli amici e i conoscenti di Antonio, insieme agli abitanti di Buonabitacolo, hanno organizzato una fiaccolata per pregare e invocare il ritorno del ragazzo. Le ricerche, come anticipato, sono state assidue. Hanno coinvolto i vigili del fuoco di Salerno e quelli di Sala Consilina, i carabinieri, la protezione civile di Padula e numerosi volontari. Anche il programma di Rai3 Chi l’ha visto? si è occupato della scomparsa del ragazzo e ha fornito delle informazioni preziose. Antonio è scomparso a bordo della sua bicicletta di colore grigio e indossava, al momento della scomparsa, un piumino blu scorso, dei jeans con strappi e scarpe da ginnastica blu e nere. Purtroppo, le indicazioni e le ricerche sono servite a poco.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche