×

Giovanni Eerrea, ecco chi è una delle vittime della tromba d’aria a Pantelleria

Giovanni Errera, ecco chi è una delle vittime della tromba d’aria a Pantelleria: era a bordo di un fuoristrada sollevato in aria dalla furia del vento

Uno scatto dell'auto di Errera fracassata al suolo dal vento

Giovanni Errera, vigile del fuoco finito nell’inferno di Pantelleria, ecco chi è una delle vittime della tromba d’aria che ha devastato l’isola nelle ore scorse. Oltre a lui nel disastro è morto anche il pensionato Francesco Valenza. Il bilancio delle tromba d’aria che ha colpito l’isola è di due morti e nove feriti, uno dei quali versa in condizioni serie.

Dalle 19 in poi la località Campobello dell’isola è diventata l’inferno in terra, con il centro abitato a soli tre chilometri di distanza. La forza brutale del vento ha sollevato letteralmente in aria una decina di vetture, lanciandole nei campi, sui bodi della carreggiata e di traverso nelle cunette.

Le vittime della tromba d’aria a Pantelleria: un vigile del fuoco ed un pensionato

E a morire sono stati proprio due residenti dello spot colpito con maggiore violenza dalla tromba d’aria che si incuneava dal mare: il 47enne Giovanni Errera, vigile del fuoco locale fuori servizio e il pensionato 86enne Francesco Valenza.

Errera era all’interno di una delle auto che sono state sollevate e capovolte dalla furia del vento, mentre Valenza aveva cercato riparo in un’abitazione diroccata che gli è crollata addosso. Danni ingenti anche alle case, scoperchiate, ed ai muretti a secco. E le parole del sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo non lasciano adito a mezze misure: si è trattato “di un vero disastro, un evento inaspettato”.

Tromba d’aria a Pantelleria, vittime e feriti, il messaggio di Nello Musumeci

Gli ha fatto eco da Palermo il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci: “Sono vicino alle famiglie delle vittime. La tromba d’aria che è si abbattuta su Pantelleria ha purtroppo provocato due morti, diversi feriti e moltissimi danni. Prego Iddio che il bilancio non si aggravi e sono vicino alle famiglie così improvvisamente colpite negli affetti più cari”. La situazione è monitorata dalla Protezione Civile che già aveva diffuso l’allerta meteo per sabato 11 settembre, con un peggioramento nella zona nord orientale.

Salvatore Cocina, dirigente della Protezione Civile, ha detto: “È stata una tromba d’aria che si è formata in mare e che ha percorso la terra ferma per alcune centinaia di metri. Per fortuna non ha raggiunto l’aeroporto che si trova non molto distante. Sono fenomeni imprevedibili che hanno origine quando il mare è molto caldo. Ce n’è stata un’altra nel 2018”.

Bandiere a mezz’asta per le le vittime della tromba d’aria a Pantelleria

Poi la chiosa su un fenomeno sempre più ricorrente: “Avevamo previsto maltempo nella zona del Tirreno e non certamente in quel tratto di mare. Al momento sull’isola ci sono i carabinieri, i vigili del fuoco e i volontari della protezione civile insieme ai sanitari del 118 e la conta dei danni sarà completata domani dopo un accurato sopralluogo”. Nella giornata odierna, 11 settembre, sull’isola verranno anche esposte le bandiere a mezz’asta.

Contents.media
Ultima ora