Giro d'Italia Albo d'oro: tutti i vincitori
Giro d’Italia Albo d’oro: tutti i vincitori
Sport

Giro d’Italia Albo d’oro: tutti i vincitori

giro d'Italia
Giro d'Italia Albo d'oro: tutti i vincitori

Il Giro d'Italia riparte con l'edizione 2018: riviviamo le vittorie dei più grandi del ciclismo italiano e mondiale.

A partire dal 4 maggio sino al 27, il popolo degli appassionati di ciclismo tornerà a vestire il rosa del Giro d’Italia. La seconda gara ciclistica più celebre di sempre schiera sulla linea di partenza i migliori atleti del panorama mondiale, pronti a darsi battaglia per la conquista del titolo. Territori pianeggianti e salite montuose impervie saranno il banco di prova della determinazione dei partecipanti. Un evento imperdibile per tutti gli amanti dello sport, incorniciato dagli splendidi paesaggi del Bel Paese.

Giro d’Italia Albo d’oro

Corsa ciclistica tra le più ambite nel mondo professionistico, il Giro d’Italia ritorna nel consueto quanto gradito appuntamento di maggio. A partire dal 4 sino al 27, i rilievi montuosi e le distese pianeggianti, le strade cittadine e di campagna della penisola faranno da sfondo a una tra le maggiori competizioni ciclistiche. L’edizione 2018 vedrà i corridori partire da Gerusalemme (tredicesima edizione con partenza fuori dai confini italiani) e varcare la linea d’arrivo a Roma, presentando un nutrito programma di tappe.

La centounesima edizione del Giro d’Italia rappresenta l’ultima iterazione di un importantissimo pezzo di storia del nostro Paese.

Istituito a partire dal 1909 dalla Gazzetta dello Sport, il giro è divenuto una costante nelle manifestazioni sportive italiane, accompagnato dai campioni divenuti vere e proprie leggende. Interrotto negli anni 1915-1918 e 1941-1945 a causa dei conflitti mondiali, il Giro ha visto negli anni consolidarsi il primato dell’Italia con 69 vittorie: al secondo e terzo posto Belgio e Francia, con distacco considerevole, a 7 e 6 vittorie.

Più che le vittorie per ciascuna nazione, a passare alla storia sono i personaggi, atleti incredibili divenuti oggetti di culto da tutti gli amanti del ciclismo e dai cultori dello sport italiano. Dall’inizio del 1909 sino alla metà degli anni ’50, il Giro è stato terreno dello strapotere italiano: prima con le cinque vittorie del mitico Binda (1925-27-28-29-33), poi con il leggendario testa a testa fra Coppi e Bartali (1940-47-52-53 per Coppi, 1936-37-46 per Bartali). A partire dalla seconda metà degli anni ’50 si instaura il predominio straniero, con il lussemburghese Charly Gaul (1956-59) prima, con il cannibale Eddy Merckx, capace di vincere 5 titoli in 7 anni ( 1968-70-72-73-74).

Arrivando ai giorni nostri, negli ultimi anni la distribuzione tra le vittorie del Giro è molto più variegata:dal 1997 al 2007 il titolo rimane in Italia, con vittorie di Gotti, Pantani e Simoni; poi si assiste all’ingresso nella competizione di atleti internazionali in grado di contestare il primato italiano, in quanto agli italiani Basso e Nidali (2006-10 per il primo, 2013-2016 per il secondo) si alternano lo spagnolo Contador (titolo nel 2008 e 2015) e le brevi parentesi del russo Menchov (2009), il canadese Hesjedal (2012) e del colombiano Quintana nel 2014. L’edizione del 2017 è stata invece vinta dall’olandese Dumoulin.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche