Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Giulia Grillo, è parente di Beppe?
Lifestyle

Giulia Grillo, è parente di Beppe?

Giulia Grillo
Giulia Grillo

Giulia Grillo ha a lungo affiancato Luigi Di Maio nelle apparizioni ufficiali, oggi è ministra della salute nel governo del cambiamento.

Il governo italiano ha stentato a lungo prima che riuscisse a formarsi. I due leader che hanno avuto la maggioranza sono stati gli stessi che sono riusciti a congiungere insieme le forze e scegliere un premier esterno. Contornati dai loro più fedeli, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, stanno conducendo insieme la politica italiana. I ministri sono da ricercare tra i facenti parte il gruppo della Lega e quelli pentastellati, tra questi Giulia Grillo alla Salute.

Giulia Grillo e il M5s

Come sappiamo il governo italiano è nato grazie all’accordo dei due che hanno ricevuto più voti, ma che non raggiungeva la maggioranza per governare. Luigi Di Maio e Matteo Salvini si sono rincorsi e rifiutati a lungo, ma sono riusciti a trovare un accordo. Oggi abbiamo un governo dove alle comunicazioni troviamo il leader pentastellato e agli interni il leader del Carroccio. La loro unione è tenuta a bada da un terzo che sta in mezzo tra i due, Giuseppe Conte, premier di questo governo giallo-verde.

La Lega è un partito ormai tanto conosciuto quanto affermato, ma il Movimento non può essere lo stesso.

Queste elezioni hanno permesso al Movimento 5 Stelle, nato dalle idee di Beppe Grillo, di entrare a far parte del Parlamento.

Il 4 marzo i pentastellati hanno acquisito gli stessi diritti di un vero e proprio partito. Così hanno potuto festeggiare il fatto stesso che da quel momento in poi avrebbero potuto dire la loro sulle questioni di Stato in Parlamento. Ma, cosa più importante, si è potuto giocare la poltrona, per poi arrivarsi.

Ideatore e capo del Movimento è Beppe Grillo, un ex comico conosciuto maggiormente per la satira politica e che non è parene di Giulia. Sembrerebbe un controsenso, ma alla fine la politica per essere fatta deve richiedere passione. Fanno parte dei 5 Stelle tutti coloro che non si riconoscono nella politica che la destra e la sinistra, molto generalmente, esprimono. Il Movimento è formato, così, sostanzialmente da giovani con la passione per la politica e per il cambiamento. Rinnovare la politica italiana è l’idea portante del gruppo giallo.

Chi è Giulia Grillo

La donna, insieme con Danilo Toninelli, fa parte dei capogruppo indicati da Luigi Di Maio e lo hanno affiancato a lungo.

L’abbiamo conosciuta al fianco del leader pentastellato in ogni apparizione ufficiale, con lei il collega Toninelli. Ha 43 anni, è laureata in Medicina e Chirurgia e specializzata in Medicina Legale all’Università di Catania. E’ di Catania e non è una parente di Beppe Grillo, come pensano in molti. Il cognome li accomuna come le idee, ma non si tratta che di un caso.

La donna milita nel Movimento da circa 10 anni e si era candidata nel 2008 alle regionali siciliane, ma non venne eletta. La conosciamo nella lista “Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano Presidente“. Dal 2013 si è candidata alla Camera dei Deputati con circoscrizione Sicilia 2. Da quell’anno opera nell’ambito salute, indirizzata dalla sua laurea e specializzazione.

La ministra Grillo

La ministra è favorevole alla centralità del sistema sanitario nazionale e gratuite preferendolo alle iniziative intramoenia e private. Ha spesso sottolineato il suo pensiero a riguardo della mancanza di un adeguato turnover nel sistema sanitario, così come la scarsità di assunzioni.

Ma si è anche preoccupata delle problematiche legate alle lunghe liste di attesa per l’accesso alle prestazioni sanitarie erogate dal Ssn (servizio sanitario nazionale).

Inoltre, molto spesso è stata criticata e additata come antivaccinista, ma ha sottolineato lei stessa di non esserlo. Infatti è stata lei ad affermare più volte marcatamente di essere contraria all’obbligo di vaccinazione, ma solo perché non è stato un sistema che ha portato a risvolti positivi. Ma sostiene di comprendere e sapere quale sia la necessità di avere un sistema che invita le persona a vaccinare soprattutto i bambini.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche