×

Giuseppe Conte promette un nuovo corso del M5S: “Su Milano e sul Nord il Movimento ha fatto errori”

"A Milano come nel resto del Settentrione, il M5S ha conseguito dei risultati per buona parte soddisfacenti, ma non propriamente brillanti", commenta Conte.

Conte nuovo corso M5S

Il nuovo presidente del Movimento 5 Stelle, l’ex premier Giuseppe Conte, si prepara a un nuovo capitolo della sua carriera politica. Ritiene che al Nord il suo partito abbia fatto commesso degli errori e si dice pronto a impostare un nuovo corso all’interno del M5S.

Giuseppe Conte, errori al Nord: un nuovo corso per il M5S

In una lettera scritta da Giuseppe Conte e indirizzata al Corriere della Sera, l’ex premier parla del futuro del suo partito e del desiderio di investire sul futuro per garantirne la ripartena e favorire lo sviluppo del Sud. 

In particolare, ha dichiarato: Milano e il Nord Italia rappresentano un tassello decisivo nel quadro della ripartenza che il nostro Paese si appresta ad affrontare.

Questa città, che molto più di altre ha sofferto durante la pandemia, deve tornare al più presto al centro del progetto di ripresa economica, sociale e culturale dell’Italia. Poi ha tenuto a precisare: “Il Movimento 5 Stelle ha sin qui conseguito, a Milano come nel resto del Settentrione, dei risultati per buona parte soddisfacenti, ma non propriamente brillanti. Le ragioni sono molteplici”.

Non siamo riusciti ad ascoltare con sincera attenzione i bisogni dei cittadini milanesi, delle varie fasce sociali e, in particolare, del ceto professionale e imprenditoriale.

Anzi. Abbiamo pagato la diffusione dello stereotipo di un Movimento poco attento alle necessità del tessuto imprenditoriale e produttivo. Siamo stati schiacciati dall’immagine di una forza politica prevalentemente concentrata a recuperare il divario che il Meridione soffre rispetto al resto dell’Italia. Bene. Se queste sono le letture predominanti, vuol dire che il Movimento ha commesso degli errori. Con il nuovo corso porremo rimedio”, ha sottolineato Conte.

Conte, quale sarà il nuovo corso del M5S

Giuseppe Conte ha parlato del nuovo corso del Movimento, che assicura: “Non conoscerà più veti pregiudiziali o ideologici. Il medesimo principio di equità territoriale dovrà tenere conto delle tante aree svantaggiate che sono al Nord. In questo momento storico diventa essenziale salvaguardare gli interessi di commercianti, artigiani, autonomi, delle piccole e medie imprese che risultano fortemente compromessi per effetto della pandemia. Il nuovo Movimento a cui stiamo lavorando si impegnerà per un avere un dialogo più proficuo con queste realtà. È anche per questo che, in occasione del tour che inizierò a settembre per girare il Paese, il Nord avrà un peso determinante. Visiterò grandi città e piccoli paesi per ascoltare la voce dei cittadini, dei lavoratori, dei commercianti e degli imprenditori. “.

Quindi ha sottolineato: “Tra gli obiettivi del Movimento c’è quello di potenziare le politiche attive che garantiscano la riqualificazione per nuove professionalità di cui le nostre Pmi hanno bisogno. Senza mai dimenticare la centralità della guerra alla vera povertà che ogni giorno vediamo sfilare anche in città come Milano nelle code del Pane Quotidiano. Al governo abbiamo trasformato in realtà l’assegno unico, strumento indirizzato alle famiglie, poiché il problema della natalità è determinante per l’intero Paese. Questa sfida va affrontata riconoscendo centralità al ruolo delle donne, che richiedono servizi e sostegni adeguati per poter liberare pienamente le loro energie e competenze. Dobbiamo dare a Milano la spinta necessaria per tornare a essere la locomotiva del Paese, la frontiera di una crescita e uno sviluppo sostenibili nel quadro di un’economia eco-sociale di mercato. Non posso non citare la sostenibilità e la digitalizzazione, due temi centrali per il Movimento e che vanno senza dubbio di pari passo nella trasformazione di Milano. L’obiettivo è rendere la città una vera smart city, migliorando l’efficienza dei servizi e la qualità di vita dei cittadini. In quest’ottica, anche le università e i centri di ricerca sono uno strumento di crescita fondamentale”.

Conte, il nuovo corso: “Il M5S guarderà al Nord”

Dopo le sciagure provocate dal Covid, è ora quindi che Milano e tutto il Nord tornino a correre, facendo da traino all’Italia anche nella sfida con le maggiori città europee, sfruttando al meglio l’occasione delle Olimpiadi Milano Cortina 2026 aggiudicate all’Italia grazie al lavoro che ho fatto con il mio primo governo. Sarà necessario adottare una legge speciale per la città che le garantisca tutti gli strumenti per vincere la sfida senza divisioni, ma con l’ambizioso obiettivo di portare Milano e l’Italia al centro del mondo”, ha ribadito.

Poi ha concluso sottolineando che il nuovo Movimento “con me punterà alla competenza e allo sviluppo sostenibile. Dedicherò particolare attenzione a tutta la questione settentrionale. Il nuovo Movimento guarderà al Nord come non ha fatto a sufficienza fino a ora. Perché la locomotiva del Paese deve ripartire più forte di prima trainando cosi tutto il Paese e rendendo possibile anche lo sviluppo del Sud.

Contents.media
Ultima ora