Gli alimenti che possono causare la depressione - Notizie.it
Gli alimenti che possono causare la depressione
Wellness

Gli alimenti che possono causare la depressione

Una dieta equilibrata è importante per mantenere il corpo e la mente sana. Il cibo ha un forte legame con la salute mentale, e mentre alcuni tipi di cibi aiutano a combattere la depressione e l’ansia, ci sono anche alimenti che sono la causa di queste malattie mentali.


Causa
Ci sono diversi collegamenti tra il cibo e la depressione. I cibi influenzano in modo diverso. Anche se alcuni alimenti aiutano l’umore naturale, alcuni cibi – se consumati in eccesso – possono causare depressione e ansia. Un altro collegamento del cibo alla depressione sono le allergie alimentari. Spesso, queste malattie mentali possono essere curate semplicemente evitando certi cibi.

Tipi
Ci sono diversi tipi di alimenti che possono farti sentire depresso e ansioso. I cibi ricchi di proteine ??ma poveri di grassi e colesterolo possono bloccare il flusso di serotonina nel cervello. Gli alimenti che causano la costipazione e scaricano le tossine nel fegato comportano anche la depressione.

Infine, gli alimenti con un alto contenuto di caffeina possono provocare insonnia e la mancanza di sonno, che può ulteriormente portare alla depressione.

Gli alimenti che bloccano la serotonina
Alimenti che possono causare un basso livello di serotonina nel cervello sono le mele, noci, avocado, piselli, carne di cavallo, uova, latte e salmone. Questi alimenti bloccano i livelli di serotonina e creano uno squilibrio chimico nel cervello.

Alimenti altamente contenenti caffeina, come caffè e tè, possono causare insonnia. Questo può portare ad ansia, irritabilità e depressione per un lungo periodo di tempo.

Gli alimenti trasformati
Gli alimenti che sono molto elaborati e ricchi di sodio, come nei fast food, cibo in scatola e cibi pre-confezionati, possono causare il fegato e colon a scaricare le tossine continuamente nel sistema del corpo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche