×

Gli otto x otto presentano “preferibilmente agosto”: “Nello sconforto rifugiamoci negli occhi di chi ci fa stare bene”

Capita di sentirsi sbagliati e insicuri, ma è nella persona amata che si scopre l'unico punto fermo: gli otto x otto presentano il nuovo singolo.

ottoxotto preferibilmente agosto

La loro sinergia e la sintonia travolgente che li unisce sono l’arma vincente di un progetto interessantissimo: gli otto x otto presentano nell’intervista il loro nuovo singolo, “preferibilmente agosto”. Entusiasmo, determinazione, passione e gentilezza sono altre qualità preziose che connotano la loro personalità, prima ancora del loro essere artisti.

I tratti malinconici che caratterizzano la canzone nascondono un lieto fine: avere la persona giusta al proprio fianco può alleviare qualsiasi momento di sconforto.

Gli otto x otto presentano il loro nuovo singolo, “preferibilmente agosto”

Il nuovo singolo degli otto x otto si caratterizza per la forte impronta indie-pop e parla della sensazione di sentirsi sempre un po’ sbagliati e fuori contesto, in un costante oscillare tra il seguire la propria vera essenza e le aspettative degli altri.

Nell’equilibrio precario della vita di tutti i giorni, persi nella frenesia quotidiana e preoccupati da mille insicurezze, la persona amata diventa l’unico punto fermo in cui rifugiarsi e ritrovarsi, mostrandosi davvero senza filtri.

Recentemente gli otto x otto hanno iniziato una collaborazione con il produttore Simone Sproccati presso Kaneepa Studio di Michele Canova.

Il duo, inoltre, ha avuto la possibilità di esibirsi live al circolo Ohibò di Milano e a Spaghetti Unplugged al Marmo di Roma, aprendo il live di Gazzelle. Non solo: hanno aperto il live di Giancane al festival Art&Sound di Verona e apriranno il live degli ISIDE il 2 aprile a Verona.

Su “preferibilmente agosto” Anna ha spiegato: “La canzone nasce da una sessione di musica assolutamente casuale. In quel momento sono emerse sensazioni che provavo io in quel periodo.

Poi abbiamo proposto la canzone a Simone Sproccati, il nostro produttore, e ad Alessandro Petullà, che è il co-autore del brano con cui siamo riusciti a esprimere al massimo ciò che avevamo dentro. La canzone mette in risalto una mia difficoltà: a volte mi sento fuori posto, ma non manca la svolta positiva. Io mi ritrovo negli occhi di Andre, la persona con la quale sto bene”. È lui a precisare: “Il significato può però essere generalizzato. Abbiamo provato a dare una soluzione a un problema personale, ma ognuno può trovare la sua. A farci stare bene è la casa, il nucleo familiare o una qualsiasi altra cosa che ci dà sicurezza”.

otto x otto, la carriera e i prossimi progetti

Dopo “Yang”, gli otto x otto sono entusiasti di presentare il nuovo singolo, “preferibilmente agosto”, ma non mancano neppure i pensieri per il futuro. “Abbiamo diverse canzoni pronte e live in programma”, hanno svelato.

Su di sé raccontano:Siamo coppia nella vita ed entrambi musicisti. Abbiamo studiato in Conservatorio e quasi naturalmente siamo diventati una coppia anche nel lavoro. Con i nostri progetti vogliamo trasmettere un filo conduttore che riguarda la nostra esperienza personale. Ci piace approcciarsi alla musica raccontando di noi e delle nostre esperienze. Iniziando a scrivere di noi e delle sensazioni vissute, al contrario di quanto fatto in passato, abbiamo notato che le canzoni piacevano e le persone riuscivano a immedesimarsi. I nostri brani sono uniti dall’autenticità più intima e personale. Generalmente facciamo riferimento a esperienze abbastanza pesanti: per questo motivo, trasmettere le nostre sensazioni tramite la musica ci rende liberi ed essa è per noi una vera valvola di sfogo”.

ottoxotto preferibilmente agosto

Con il sorriso aggiungono:Lavorando insieme a volte non ci sopportiamo. Inizialmente non riuscivamo a trovare un punto di incontro. Il progetto otto x otto nasce dopo rispetto alla nostra storia. Non mancano neppure oggi gli screzi, ma fortunatamente riusciamo a risolverli in fretta. Con l’esperienza ho capito che quando si parla di musica ha sempre ragione Anna. Abbiamo imparato ad ascoltarci di più e avere più pazienza. Abbiamo imparato a trovare quel compromesso che inizialmente non ci aveva permesso di individaure un punto di incontro. Tuttavia, sono anche gli screzi ad aver rafforzato il progetto”.

Contents.media
Ultima ora