×

Gnocchi con pioppini trifolati: ricetta e tempi di cottura

Quali sono le ricette più buone per preparare deliziosi gnocchi? Scopriamo insieme la ricetta e i tempi di cottura degli gnocchi con pioppini trifolati.

GNOCCHI CON PIOPPINI TRIFOLATI.
GNOCCHI CON PIOPPINI TRIFOLATI.

Quando parliamo di piatti autunnali la prima cosa che ci può venire in mente sono sicuramente i funghi. I funghi sono un alimento gustoso amato da tutto la famiglia e possiamo trovarne di moltissimi tipi, sia commestibili che velenosi. Il “Cyclocybe Aegerite” conosciuto come “Pioppino” o “Piopparello” è un fungo buono e profumato, sicuramente tra i più commestibili e gustosi.

Il Pioppino è un fungo antichissimo, coltivato fin dai tempi degli Antichi Romani. Ne parla addirittura Plinio il Vecchio della sua “Naturalis Historia” mostrando il fungo Pioppino come un alimento coltivato in maniera particolare e che cresce soprattutto sul legno del Sambuco e sui Pioppi tagliati. Il Pioppino è un fungo che soprattutto nel XX secolo è stato coltivato intensamente in Toscana, diventando prodotto tipico della gastronomia del luogo.

Tra gli alimenti con cui i funghi Pioppini si abbinano perfettamente sono sicuramente gli gnocchi.

Gli gnocchi sono un cibo dalle origini molte antiche che viene preparato diverse farine (es: farina di riso, farina di semola, farina di patate, farina di frumento ecc…) assieme a patate, verdure miste e pane secco. Sono un piatto amato da tutta la famiglia per la forma simpatica e la morbidezza.

Gli gnocchi hanno origine antichissima e durante il Rinascimento erano impastati con latte, mollica di pane e mandorle e venivano chiamati “Zanzarelli“.

Quelli di patate sono stati portati in Europa tra ‘500 e ‘600, durante la scoperta del continente americano. La consumazione maggiore degli gnocchi arriva a metà del Settecento. In questo periodo gli gnocchi erano preparati con le patate e soprattutto intorno al 1880 venivano serviti con il ragù, con burro fuso e salvia, oppure con spezie particolari come cannella e noce moscata.

Una delle ricette più buone per preparare gli gnocchi è quella con con i Pioppini trifolati.

Gnocchi e Pioppini si abbinano perfettamente e per questo motivo è una delle ricette più gustose. Gli gnocchi con Pioppini trifolati poi sono un piatto perfetto con l’arrivo dell’autunno. Scopriamo quindi insieme la ricetta più semplice.

Ecco la ricetta per per preparare gli gnocchi con Pioppini trifolati:

INGREDIENTI:

  • 400 gr di funghi Pioppini.
  • 200 gr di farina.
  • 400 gr di ricotta.
  • 80 gr di grana.
  • 4 cucchiai di mollica di pane.
  • 5 cucchiai olio extravergine di oliva.
  • 1 uovo.
  • 1 spicchio d’aglio.
  • Pepe.
  • Sale.
  • Prezzemolo.

PROCEDIMENTO:

  1. Versate in padella 3 cucchiai di olio extravergine di oliva e scaldatelo assieme all’aglio sbucciato.
  2. Lavate e pulite per bene i Pioppini e aggiungeteli in padella assieme all’olio quando lo vedete sfrigolare.
  3. Con farina, grana, sale e uovo impastate la ricotta in una ciotola grande formando tanti gnocchi.
  4. Preparate una pentola con acqua calda e fatela bollire aggiungendo il sale.
  5. Quando inizia a bollire l’acqua lasciate cadere gli gnocchi. Successivamente con un mestolo forato scolateli man mano che vengono a galla.
  6. Disponete gli gnocchi su un largo piatto di portata, precedentemente riscaldato.
  7. Condite gli gnocchi con il sugo di funghi e con le briciole di pane rosolate in padella con l’olio rimasto.
  8. Cospargete gli gnocchi di ricotta con pioppini trifolati con altro pepe, e servite. BUON APPETITO!
Contents.media
Ultima ora