> > Governo, le spese del premier Meloni per i viaggi istituzionali a novembre am...

Governo, le spese del premier Meloni per i viaggi istituzionali a novembre ammontano a circa 160 mila euro

spese meloni viaggi istituzionali

Giorgia Meloni ha pagato circa 160 mila euro per i suoi viaggi istituzionali solo nel mese di novembre: come si dividono le spese del premier?

Le spese del premier Giorgia Meloni per i suoi viaggi istituzionali in quanto rappresentante del Governo italiano sono pari a circa 160 mila euro: come è stato usato il denaro pagato soltanto per gli spostamenti del mese di novembre?

Governo, le spese del premier Meloni per i viaggi istituzionali a novembre ammontano a circa 160 mila euro

Ammonta a quasi 160 mila euro la cifra spesa per i “movimenti istituzionali” del presidente del Consiglio Giorgia Meloni solo nel primo mese del suo Governo, ufficialmente in forze dallo scorso 21 ottobre. Nello specifico, sono stati spesi 158.672,57 euro per quattro viaggi: tre all’estero e uno in Italia. Gli spostamenti si sono verificati tutti a novembre, come documentato sul sito dell’esecutivo, e hanno coinvolto in totale 134 persone.

Il premier, tuttavia, ha fatto solo un “viaggio di servizio” durante il quale ha portato con sé 22 persone. Di queste, venti erano parte della delegazione interna alla presidenza del Consiglio e due “esterni”. Il costo dello spostamento è stato pari a 2.450,22 euro dei quali 1.496,76 euro in “trasferimenti” e 953,46 euro in “pernottamenti e pasti”.

Le cifre nel dettaglio

Per quanto riguarda le tre “missioni all’estero” – ossia Bruxelles per la prima visita ufficiale oltre i confini italiani; Sharm el Sheikh per la Cop27; e Bali per il G20 –, Meloni ha speso circa 156 mila euro.

La somma è suddivisa nel seguente modo: 78.674,22 euro per treni, aerei e auto di servizio; 77.548,13 euro per alberghi, pranzi e cene.

All’estero, il presidente del Consiglio è stato accompagnato da una delegazione imponente che ha raggiunto quota 112. Di questi, 100 erano membri “interni” e 12 “esterni”.

Alla voce “trasferimenti”, poi, nella ‘Missioni e viaggi di servizio Autorità politica’ pubblicata on line, è possibile leggere che questa include il “costo complessivo sostenuto per i trasferimenti delle delegazioni” e, soprattutto, per “i treni e gli aerei di linea sono considerati i costi dei titolo di viaggio mentre le per le autovetture di servizio è stimato il consumo di carburante”.