> > Governo: Meloni, 'visione di lungo periodo per costruire Italia del dopo...

Governo: Meloni, 'visione di lungo periodo per costruire Italia del dopodomani'

default featured image 3 1200x900

Roma, 1 dic. (Adnkronos) - "Quello che intendiamo fare alla guida della Nazione" è "dare forma e sostanza ad una visione di medio e lungo periodo capace di costruire l’Italia del dopodomani e che sappia immaginare un futuro per i nostri figli e nipoti. Perché ogni ...

Roma, 1 dic.

(Adnkronos) – "Quello che intendiamo fare alla guida della Nazione" è "dare forma e sostanza ad una visione di medio e lungo periodo capace di costruire l’Italia del dopodomani e che sappia immaginare un futuro per i nostri figli e nipoti. Perché ogni euro speso in investimenti e infrastrutture è un euro investito per una Nazione più dinamica, competitiva e al passo con le sfide del nostro tempo". Lo afferma il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in un passaggio del messaggio di saluto inviato alla seconda edizione dell'Abruzzo Economy Summit.

"L’Italia è un mosaico di territori dalle potenzialità straordinarie – ha infatti rimarcato il premier -. Ogni territorio ha energie e risorse che meritano di essere conosciute, valorizzate e soprattutto messe in rete. L’Abruzzo ne è un esempio: è al centro dell’Italia, gode di una posizione strategica unica, è la 'regione verde d’Europa', ha un patrimonio naturalistico che unisce mare e montagna e che le consente di offrire un turismo accessibile, di qualità e sostenibile, è un territorio votato anche all’industria di settore organizzata in filiera, come ad esempio nell’automotive o nella farmaceutica".

"Dal territorio possono arrivare proposte e iniziative estremamente qualificate. Tra queste c’è senza dubbio il MMAP, l’alleanza promossa dalla Regione Abruzzo per lo sviluppo della Dorsale adriatica centro meridionale. Un progetto strategico che coinvolge altre tre Regioni – le Marche, il Molise e la Puglia – e che punta ad ottenere obiettivi estremamente concreti. Penso, tra gli altri, al potenziamento infrastrutturale della linea ferroviaria adriatica, all’Alta velocità, alla terza corsia dell’A14, al potenziamento dell’offerta sanitaria e alla concertazione sulla gestione dei rischi di Protezione civile e la ricostruzione post sisma.

Interventi strutturali, non di corto respiro, capaci di generare ricchezza e benessere", proprio nel segno di "quello che intendiamo fare alla guida della Nazione", con una visione "di medio e lungo periodo capace di costruire l’Italia del dopodomani."