×

Gratta e vinci rubato, il legale del tabaccaio: “Si scusa con tutti, ha pianto tanto”

A proposito del gratta e vinci rubato, si è espresso l’avvocato Vincenzo Strazzullo, difensore del tabaccaio Gaetano Scutellaro, colpevole del reato.

furto
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

In merito alla vicenda del gratta e vinci rubato, si è recentemente espresso Vincenzo Strazzullo, l’avvocato difensore del tabaccaio Gaetano Scutellaro, che si è reso responsabile del reato.

Gratta e vinci rubato, il legale del tabaccaio: “Si scusa con tutti, ha pianto tanto”

Si aggiunge un nuovo capitolo all’episodio che ha riguardato il furto del gratta e vinci dal valore di 500mila euro, indebitamente sottratto a un’anziana signora dal tabaccaio dell’esercizio commerciale presso il quale la donna si era recata per comunicare la vincita.

In questo contesto, infatti, l’avvocato Vincenzo Strazzullo, difensore del tabaccaio Gaetano Scutellaro, colpevole di aver rubato il gratta e vinci e di essersi poi dato alla fuga, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul suo assistito.

Il legale, infatti, ha rivelato: “Si scusa con tutti, soprattutto con la signora anziana. Ha pianto tanto”.

Per quanto riguarda la salute di Gaetano Scutellaro, inoltre, l’avvocato ha precisato: “È una persona che sta molto male, è in carcere e non riesce a ricordare i fatti. Secondo me è gravemente malato, avrò domani le sue cartelle cliniche che inoltrerò al magistrato che procede all’interrogatorio”.

Gratta e vinci rubato, il legale del tabaccaio: “Penso sia affetto da una malattia psichiatrica”

Nel corso di un’intervista, inoltre, il legale Vincenzo Strazzullo ha ribadito: “La prima cosa che mi ha detto è che scusa con tutti, in modo particolare con la signora anziana. Lui ha commesso un grave errore e in quel momento non riusciva a ragionare, ha perso ogni possibilità di ragionare. Lui, secondo me, è affetto, e questo sto cercando anche di appurarlo, da una grave malattia psichiatrica. Lui sta cercando ora di capire quello che è successo.

È molto nebuloso, è molto fumoso nelle cose che sta dicendo. La tabaccheria con l’esercizio non ha nulla a che vedere – e ha aggiunto –. D’altro canto, con la moglie stavano in separazione, la famiglia non vuole sapere nulla”.

Gratta e vinci rubato, le parole del figlio del tabaccaio

Per quanto riguarda la tabaccheria, in considerazione delle informazioni sinora trapelate, è stato chiarito che l’esercizio commerciale è di proprietà della moglie di Gaetano Scutellaro.

In seguito alla vicenda, particolarmente inverosimile, si è recentemente espresso anche il figlio del tabaccaio che ha precisato che la sua famiglia “non c’entra niente” con il furto del gratta e vinci da 500 mila euro sottratto dal padre.

Contents.media
Ultima ora