Grave una bimba di 10 mesi, il ricovero per lesioni e trauma cranico
Cronaca

Grave una bimba di 10 mesi, il ricovero per lesioni e trauma cranico

Dal litorale di San Felice Circeo al reparto pediatrico di terapia intensiva del Policlinico Gemelli di Roma. L’allarme è scattato dopo che al personale del 118 le lesioni della bambina di 10 mesi, a cui avevano prestato soccorso dopo la richiesta di intervento telefonico della madre, erano apparse più gravi del previsto.

Dopo un primo ricovero all’ospedale di Terracina, dove alla piccola è stata data la prima assistenza medica, le sue condizioni sono state monitorate a Roma attraverso esami clinici e strumentali per verificare la gravità delle lesioni riscontrate sul corpicino e del trauma cranico. Nessuno dei familiari si è presentato ai medici nè è rimasto accanto alla bambina.

Il personale dell’ambulanza, che l’ha soccorsa nella sua casa a San Felice Circeo, ha subito avvertito i carabinieri per sospetto maltrattamento. Il pm Raffaella Falcioni, titolare dell’indagine coordinata dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia, e il comandante dell’arma Alessandro Giordano hanno raccolto le testimonianze di parenti e amici della famiglia della bimba, visto che la madre e il padre, ex marito e moglie, dopo essere stati rintracciati si sono accusati reciprocamente della responsabilità, coinvolgendo anche il nuovo convivente della donna.

Gli accertamenti sono ancora in corso e proseguiranno nei prossimi giorni, confrontando tutte le dichiarazioni e cercando di appurare come siano andati i fatti e quali siano state le cause di quelle lesioni su un corpo ancora in fasce e innocente.
Le condizioni della bambina sono stazionarie, almeno da quanto trapelato dal Gemelli che non ha stilato nessun bollettino medico ufficiale.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche