×

Green Pass, gratis la richiesta nelle farmacie, ma nessun obbligo per la stampa gratuita

Il presidente di Farmacieunite, Franco Gariboldi Muschietti, ha scritto una lettera, parlando del green pass gratuito nelle farmacie.

Certificazione verde, si può avere anche in farmacia in maniera gratuita

Franco Gariboldi Muschietti, presidente di Farmacieunite, ha scritto una lettera molto lunga, nella quale ha posto l’attenzione sul green pass gratuito nelle farmacie:

“Le farmacie non rilasciano un certificato, ma lo mettono a disposizione della popolazione”.

Green pass gratuito nelle farmacie: e la stampa?

Precisato cio, il presidente prosegue sottolineando che:

“Sembra tutt’altro che scontata la lettura della norma secondo cui essa sarebbe impositiva di un obbligo, a carico di una impresa privata come la farmacia, di mettere al servizio di chiunque e gratuitamente la propria struttura, i propri materiali e la propria forza lavoro, sostanzialmente senza limiti, per la stampa dei green pass”.

La lettera ha il fine non solo di porre lo sguardo, come accennato pocanzi, sul green pass gratuito in farmacia, bensì anche sui casi di quelle farmacie definite furbette, nelle quali veniva richiesta un somma di denaro per la stampa del certificato verde.

Basti pensare ai casi verificatisi a Firenze e pure a Napoli, dove i farmacisti hanno ritenuto di dover avere in cambio 2 euro per il disturbo. Oppure al titolare di una farmacia a Roma che ne chiedeva 5, il quale è stato poi denunciato.

Green pass, le farmacie si fanno pagare la stampa? “Siamo alla gogna”

Dunque, Muschietti prosegue, scrivendo che:

“La gogna cui sono sottoposti i colleghi presupponeche sia certa e sicura l’interpretazione di legge secondo cui il farmacista deve fornire ai cittadini la stampa del green pass gratuitamente, senza se e senza ma”.

Ed a questo punto il presidente di Farmacieunite fa riferimento al principio contenuto nel Regolamento (Ue) 2021/953: in esso si afferma che il rilascio del green pass, a cui provvede il ministero della Salute, è gratuito. Tuttavia, Muschietti si domanda:

“Ma se un cittadino che ha libero accesso al certificato (gratuito) si avvale di un altro cittadino, terzo e privato, per ottenerne la disponibilità, dobbiamo davvero pensare che quest’ultimo sia obbligato a operare sempre e comunque a proprie spese a favore del primo?”.

Green pass gratuito nelle farmacie: “La stampa del green pass può ritenersi una componente accessoria della prestazione principale”

Infine, sottolinea che:

“L’Ue, quando ha organizzato il sistema green pass per i cittadini dell’Unione, ha sì previsto che esso fosse rilasciato dagli Stati gratuitamente, ma ha anche stanziato a loro favore i fondi necessari per farlo. Diverso, però, è il caso del green pass richiesto alla farmacia da colui che, presso la medesima, si sia sottoposto a tampone o a vaccinazione: in questo caso la stampa del green pass può ritenersi una componente accessoria della prestazione principale”.

Contents.media
Ultima ora