×

Green pass, NaturaSì pagherà i tamponi ai dipendenti che non si vaccinano contro il Covid

L'azienda NaturaSì ha deciso di pagare i tamponi a tutti i suoi dipendenti che hanno deciso di non vaccinarsi contro il Covid.

NaturaSì

L’azienda NaturaSì ha deciso di pagare i tamponi a tutti i suoi dipendenti che hanno deciso di non vaccinarsi contro il Covid.

NaturaSì pagherà i tamponi ai dipendenti per il Green pass

NaturaSì ha deciso di pagare i tamponi a tutti i dipendenti che non si sono vaccinati contro il Covid. Lo ha deciso dopo che è arrivata la notizia dell’obbligo di Green pass per tutti i lavoratori pubblici e privati a partire dal 15 ottobre. Un’estensione che ha creato diverse polemiche, soprattutto per il fatto che i tamponi non saranno gratuiti. L’azienda specializzata in prodotti biologici, però, ha comunicato in una nota rivolta ai suoi 1.650 lavoratori, che pagherà i tamponi a tutti coloro che non si vaccinano.

NaturaSì pagherà i tamponi: la lettera

Carissimi collaboratori, stiamo tutti vivendo una situazione difficile, per molti versi paradossale, innescatasi con la comparsa del virus” così inizia la lettera scritta da Fabio Brescanin, presidente di EcoNaturaSì. “Di una cosa siamo certi: la libertà individuale” per non alimentare “il meccanismo di lotta e di divisione tra le persone che questa situazione sta innescando“. Sono queste le parole della lettera dell’azienda ai suoi dipendenti, per comunicare la decisione di farsi carico dei tamponi per il personale non vaccinato.

NaturaSì pagherà i tamponi: le polemiche

La notizia ha già scatenato molte polemiche. Mario Pozza, presidente Unioncamere Veneto, ha commentato la decisione di NaturaSì. “Il rischio è che alcuni interpretino questo atto come un supporto alla filosofia No-vax” ha dichiarato. NaturaSì ha deciso di pagare i tamponi fino al termine dello stato di emergenza, fissato per il prossimo 31 dicembre.

Contents.media
Ultima ora