×

Green pass obbligatorio, Salvini soddisfatto: “L’importante era non rovinare le ferie agli italiani”

Matteo Salvini, dopo il nuovo decreto sul Green Pass obbligatorio, sembra essere molto soddisfatto. Le parole del leader della Lega.

Matteo Salvini

Matteo Salvini, dopo il nuovo decreto sul Green Pass obbligatorio, sembra essere molto soddisfatto. Il leader della Lega ha spiegato che la cosa importante per loro era di non rovinare le ferie agli italiani. 

Matteo Salvini sul Green pass obbligatorio

Matteo Salvini ha voluto fare un bilancio preciso sulle nuove regole del Green pass, uno dei temi più delicati delle ultime settimane, su cui ha sempre manifestato numerosi dubbi in un’intervista per il Corriere della Sera. “In questo momento Mario Draghi serve all’Italia nel ruolo di presidente del Consiglio. Il peccato è che qualche ministro non sfrutti fino in fondo il peso e la straordinaria autorevolezza di Draghi. Mi riferisco ai temi dell’immigrazione: io questa sera vedrò a cena l’ambasciatore tunisino, mentre il ministro (dell’Interno) mi pare che dorma” ha dichiarato Salvini.

Rispetto alle ipotesi di partenza io devo dire che sono soddisfatto. Qualcuno voleva il Green pass anche per farci andare in bagno, io credo che siamo invece riusciti a togliere un bel po’ di problemi a milioni di italiani” ha aggiunto il politico, sottolineando di essere molto soddisfatto che negli hotel si potrà fare colazione, pranzo e cena senza Green pass e tamponi. “Siamo riusciti ad evitare un bel po’ di complicazioni alla vita di coloro che viaggeranno in agosto su tutti quanti i mezzi” ha aggiunto. 

Green pass obbligatorio, Salvini: “Eravamo contrari all’obbligo vaccinale”

Questa mattina ho sentito Draghi tre volte. L’idea è quella di arrivare alla fine di agosto e guardare i dati. Se, come tutti speriamo, saranno positivi, con ricoveri e terapie intensive sotto controllo, il decreto in settembre potrà essere modificato in sede di conversione e dunque potranno essere tolte le restrizioni che sono ancora in vigore. Noi abbiamo presentato una ricca serie di emendamenti. In ogni caso, per noi era importante non rovinare le ferie agli italiani” ha dichiarato Salvini.

Noi eravamo contrari all’obbligo vaccinale. E ora, veda un po’: l’obbligo riguarda soltanto il Green pass, non la vaccinazione” ha dichiarato il leader della Lega, sottolineando che la buona notizia è la scuola in presenza a settembre. “In più, è stata aumentata la capienza dei mezzi pubblici. Rispetto al caos che si prospettava, andiamo decisamente meglio” ha dichiarato. Il rammarico di Salvini è che non è ancora passato il principio di gratuità del tampone. “E poi, francamente io credo che non possiamo trasformare baristi e ristoratori in carabinieri, caricando sulle loro spalle i controlli sui Green pass. Per noi, il metodo dell’autocertificazione sarebbe il migliore” ha dichiarato. 

Green Pass obbligatorio, Salvini: “Noi siamo entrati in questo governo per aiutare”

Il punto fondamentale è che noi siamo entrati in questo governo per aiutare . Ed è ovvio, assolutamente chiaro che su tante cose dobbiamo mediare, vista la mentalità statalista della sinistra, e che ci attendono passaggi complicati” ha dichiarato Matteo Salvini. “Stiamo preparando una proposta di riforma delle pensioni che sostanzialmente non aumenta l’età pensionabile, e mi auguro che Pd e 5Stelle non si mettano di traverso” ha aggiunto il leader della Lega. Non è preoccupato per le amministrative di ottobre e ha dichiarato che nelle grandi città andranno al ballottaggio in vantaggio sui secondi, tranne forse a Bologna. Ha sottolineato che andrà in Calabria con la fidanzata Francesca per una settimana di vacanza e lavoro ed è convinto che dai territori arrivano risposte positive

Contents.media
Ultima ora