×

Green pass, quali sono i test validi per ottenerlo

Green pass, quali sono i test validi per ottenerlo e quali sono gli ambiti in cui è obbligatorio esibirlo: il sunto per non commettere errori

Quali sono i test che danno l'accesso al green pass

Quali sono i test validi per ottenere il Green pass? A spiegare bene modalità e requisiti per entrare in possesso del “documento” ci hanno pensato le faq della Piattaforma nazionale-DGC. E al di là delle varie voci che certificano l’idoneità ad avere ed utilizzare il Green pass vale la pena ricordare le condizioni basilari per generarlo e scaricarlo.

In Italia può ottenere il Green pass il cittadino che sia stato vaccinato contro il Covid-19 anche con la sola prima dose o quello che abbia effettuato un tampone molecolare con esito negativo. 

Tutti i test validi per il Green pass e cosa permettono di fare

Nel nostro paese il possesso del Green pass viene ritenuto condizione necessaria per partecipare a feste, cerimonie civili e religiose, poi per avere accesso a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture.

Il Gp serve ancora per spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in ‘zona rossa’ o ‘zona arancione’. Ci sono poi le misure estensive disciplinate dall’ultimo decreto dell’Esecutivo: dal 6 agosto il Green pass è obbligatorio per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso. Ma non solo: serve per accedere a spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici. 

Green pass e test validi per ottenerlo: quali sono e chi li fa

La validità dei test quindi diventa una questione cruciale per stabilire i criteri di movimento dei cittadini, ecco perché riepilogare quali siano è azione affatto accessoria. I test validi per ottenere la certificazione verde Covid sono: il test molecolare; esso permette di rilevare la presenza di materiale genetico del virus. Il tampone molecolare si fa su un campione di secrezioni respiratorie, generalmente con prelievo naso-faringeo. Poi c’è il test antigenico rapido inserito nell’elenco comune europeo dei test antigenici rapidi per Covid-19.

Anche questo si effettua per mezzo di tamponi nasali, orofaringei o nasofaringei e consente di evidenziare rapidamente, in massimo un’ora, la presenza di componenti antigenici virali. Il tampone rapido va effettuato da operatori sanitari o da personale formato

Test validi per il Green pass, quali sono quelli “inutili”

Il personale in questione provvederà poi a certificare il tipo di test, la data e il risultato. Tutto questo per trasmette i dati per il tramite del Sistema Tessera Sanitaria alla Piattaforma nazionale-DGC per l’emissione della certificazione. Attenzione: gli autotest rapidi, i test salivari e quelli sierologici non rientrano nel novero di quelli che danno accesso al Green pass.

Contents.media
Ultima ora