×

Guadagnare con i crediti deteriorati NPL si può

NPL (Not Performing Loans o Crediti Deteriorati) sono investimenti vantaggiosi e permettono di guadagnare in svariati modi.

npl crediti deteriorati solutions
employees talking to a customer at the workplace

Gli NPL (Not Performing Loans), detti crediti deteriorati in italiano, sono crediti concessi dalle banche che queste ultime hanno difficoltà a vedere rimborsati.

Normalmente una persona che lavora è in grado di rimborsare il prestito che ha richiesto commisurato al proprio reddito, ma a causa delle vicissitudini della vita (es. problemi di salute, perdita del lavoro, crisi economica, non ultima quella provocata dal lockwdown per il coronavirus) restituire le somme dovute può diventare problematico.

Come nascono gli NPL?

I crediti deteriorati sono crediti la cui riscossione, da parte delle banche, è diventata non più certa.

Gli NPL si possono originare quando:

  • la banca (o chi per lei) fornisce un prestito sovrastimato rispetto alla reale solvibilità del richiedente, ad esempio perché non sono svolte correttamente le analisi del caso
  • il creditore richiede un prestito senza tenere conto di un “piano B” qualora la sua situazione finanziaria peggiori
  • il verificarsi di situazioni problematiche soggettive (perdita di lavoro) e complessive (es. crisi economiche che abbassano il valore dei beni offerti a garanzia).

Negli scorsi decenni prendere dei prestiti era molto più facile di quanto non fosse ora; ciò ha portato all’emergere di molte situazioni di insolvibilità, che ovviamente hanno portato a chiudere i rubinetti prima lasciati fluire troppo facilmente. Questo porta a situazioni di sofferenza per gli enti erogatori, ma anche per problemi per i debitori stessi, che non possono più accedere a ulteriori finanziamenti. Secondo il Fondo Monetario Internazionale, le banche italiane possiedono crediti deteriorati per 350 miliardi di dollari.

I crediti NPL possono essere composti da varie categorie di situazioni quali:

  • le sofferenze già accertate (ritardi di pagamenti oltre 90 giorni e oltre una certa soglia)
  • le possibili inadempienze (situazioni di inadempienza che si realizzeranno plausibilmente e che vengono fatte rientrare tramite le garanzie)
  • le sofferenze.

Come possiamo vedere, non tutte le situazioni problematiche sono uguali, ma si distinguono in base al grado di problematicità con il quale i fondi possono essere recuperati, da un livello di plausibilità (seppure difficile) a una praticamente certa impossibilità.

Le banche quindi vendono gli NPL ad altre realtà che si occupano di investire somme di denaro, ad esempio come fondo pensione. Secondo quanto previsto dalla BCE, le banche devono liberarsi il prima possibile dei crediti deteriorati, a costo di rivenderli a meno del loro valore nominale pur di espellerle dalle voci di bilancio.

Anche se non sembra, l’acquisto di crediti deteriorati (NPL e UTP) è una delle forme di investimento immobiliare più redditizie. Gli immobili sono garantiti da ipoteca, quindi il valore dell’asset immobiliare può raggiungere uno sconto del 30% o 40% sui prezzi di mercato, e li si può rivendere a un prezzo superiore.

Molti enti si cimentano quindi nell’acquisto di crediti NPL al fine di generare plusvalenze interessanti per tutti gli investitori attraverso la rivendita.

I vantaggi degli NPL per l’investitore

Dal 2017 al 2020 si calcola siano stati investiti oltre 50 miliardi di euro nell’acquisto di circa 214 miliardi di portafogli NPL, a riprova dell’interesse per questa forma di investimento.

Gli NPL sono investimenti vantaggiosi siccome:

  • permettono di acquistare un credito con un sottostante immobile, nel caso di crediti garantiti da ipoteca, a un prezzo molto vantaggioso (es. 20-30% in meno rispetto al valore di mercato)
  • il valore degli immobili può crescere nel tempo in seguito a interventi di rivalutazione del territorio nel quale si trovano
  • il creditore può rientrare in possesso di almeno una parte del proprio credito e l’investitore può ottenere profitto dalla transazione
  • l’acquirente può guadagnare anche solo attraverso la negoziazione, se non con la vendita dell’immobile alla base del credito
  • occorre trattare solamente con il creditore di primo grado (in genere la banca)
  • permettono di guadagnare attraverso le offerte al rialzo

L’acquisto di un credito immobiliare infatti permette di guadagnare in diversi modi, ad esempio:

  • farsi assegnare l’immobile (ad esempio diventandone il proprietario se l’asta va deserta)
  • partecipare all’asta per aggiudicarsi l’immobile oppure ottenere un rimborso del credito se qualcun altro se lo aggiudica, ottenendo un guadagno
  • ottenendo il mandato da parte dell’esecutato, si può provare a chiudere il debito in via stragiudiziale se si trova un accordo che soddisfi gli altri creditori; in questo caso parliamo di saldo e stralcio). Ciò può portare a diventare proprietari dell’immobile e guadagnare attraverso la rivendita sul libero mercato

Come tutte le opportunità di investimento, richiedono però competenze specifiche e conoscenza del settore per evitare di compiere passi falsi. Se non vuoi rischiare di perdere il tuo capitale, rivolgiti a dei consulenti esperti che sappiano guidarti sul da fare!

Contents.media
Ultima ora