NoiPa stipendi: cedolino di maggio - Notizie.it
NoiPa stipendi: cedolino di maggio
Lavoro

NoiPa stipendi: cedolino di maggio

pubblica amministrazione
pubblica amministrazione

I dipendenti pubblici hanno aspettato la pubblicazione NoiPa dei cedolini per conoscere stipendi e arretrati.

La Pubblica Amministrazione è l’insieme di enti statali ed enti pubblici, che si adoperano con funzioni amministrative, burocratiche e di coordinamento della Repubblica Italiana. Il ruolo della Pubblica Amministrazione si è trasformato molto negli anni non solo per gli incarichi ma anche per i suoi apparati. NoiPa è invece il portale che si occupa degli stipendi di molti dipendenti della PA. Nell’ultimo periodo i dipendenti pubblici erano in attesa di conoscere i propri stipendi e gli arretrati. Ecco più nel dettaglio l’uscita dei cedolini degli ultimi mesi.

Il cedolino di aprile

Il cedolino di aprile 2018 è stato caricato verso il 15 del mese sul portale NoiPa. Gli aumenti di stipendio previsti per erogare gli arretrati che spettavano per il rinnovo del contratto del comparto scuola non erano però disponibili subito. Per ottenerli è stato infatti necessario aspettare la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale. Lo stipendio di aprile è stato dunque eseguibile dai dipendenti dal giorno 23, scaricando sul proprio computer la versione del pdf del cedolino dalla propria area riservata.

Le emissioni in programma per aprile sono state quattro distinte tra ordinarie e speciali.

La prima riguarda i pagamenti urgenti ed è stata emessa giovedì 12 aprile 2018. La seconda che si occupa dei pagamenti urgenti, ovvero degli stipendi non comunicati nella rata ordinaria,è stata disponibile da martedì 17 . Per il Personale MIUR e volontari VVF, i compensi hanno avuto un emissione speciale mercoledì 18 . L’emissione ordinaria delle competenze relative alla rata di maggio 2018è stata venerdì 27.

Ci sono state alcune segnalazioni a NoiPa da alcuni dipendenti pubblici per la differenza tra quanto segnato sul cedolino e la cifra effettiva riscossa.

Per la Pubblica Amministrazione la colpa non è stata loro ma della banca su cui viene accreditato lo stipendio. Per questo ha voluto rassicurare chi si è ritrovato una cifra inferiore affermando: “A seguito di nuove segnalazioni pervenute al servizio di assistenza, si precisa nuovamente che il sistema NoiPA fornisce disposizioni al circuito bancario per i bonifici agli amministrati per importi coincidenti con quanto riportato come netto nel cedolino delle competenze...”.

Ha poi sottolineato che “le eventuali discrepanze tra la somma scritta in busta e quella effettivamente recepita dal dipendente saranno da imputare esclusivamente ad operazioni dispositive, eseguite a carico degli interessati da parte dei relativi istituti di credito.”

Il cedolino di maggio

NoiPa ha inoltre ufficializzato la data di emissione del cedolino ordinario di maggio 2018. Sarà disponibile da giovedì 17.

Vengono inoltre specificate le categorie interessate. Tra queste c’è il personale dei comparti Ricerca e Istruzione, Sicurezza e Difesa, Amministrazioni Centrali e Locali. Venerdì 25 maggio sarà la volta dei dipendenti che operano all’interno delle Aziende Sanitarie.

Come già accaduto per aprile lo stipendio sarà eseguibile da parte degli statali a partire dal 23 maggio. Inoltre da giugno saranno stabilizzati gli aumenti previsti dal rinnovo del contratto.

Per quanto riguarda il personale della scuola, la stabilizzazione durerà fino a dicembre di quest’anno. Gli aumenti per il prossimo anno dovranno essere infatti confermati dalla Legge di Bilancio per il 2019. Sarà il nuovo governo a interessarsene.

Non si conosce invece ancora con certezza la data riguardante gli arretrati di maggio. NoiPa ha risposto che saranno comunicati con un secondo cedolino separato rispetto a quello ordinario probabilmente nei giorni successivi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche