×

Guerra in Ucraina, in tre mesi morti quasi 30mila soldati russi

Continua la guerra in Ucraina e l'orrore che porta con sé: sia Kiev che Mosca non rivelano le cifre esatte dei soldati morti in battaglia.

soldati russi morti

Sono passati tre mesi dallo scoppio della guerra in Ucraina, e il numero dei morti tra soldati e civili continua a crescere fino a raggiungere cifre spaventose.

Cresce il numero di vittime a causa della guerra

Era il 24 febbraio quando Putin sferrò la prima offensiva per invadere l’Ucraina.

Oggi è il 24 maggio: sono passatti estattamente tre mesi, un lasso di tempo in cui le vittime sono state numerosissime, soprattutto tra i soldati. Ma il numero dei caduti è un segreto di Stato che sia Kiev che Mosca custodiscono gelosamente. Quel che è certo, è che le proporzioni sono quelle di una vera e propria mattanza.

I soldati morti tra russi e ucraini

Il Cremlino non aggiorna il numero dei suoi caduti dal primo mese di guerra: ne ha riconosciuti solo 1351.

Un numero di gran lunga lontano dalla realtà. Un numero più preciso lo dà il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine: dal 24 febbraio i caduti russi sarebbero 29.200, una stima piuttosto veritiera anche secondo le forze Occidentali.

Anche Kiev custodisce il segreto sui propri caduti, ma qualcosa trapela. E lo fa la fonte più autorevole, il presidente Zelensky in persona: «Ogni giorno sulla linea del fronte nell’est muoiono tra i 50 e i 100 ucraini».

Sottinteso, caduti tra i militari. A metà febbraio in un’intervista il presidente ucraino aveva parlato di 2500-3000 morti tra le file del suo esercito. Ma anche in questo caso, il numero reale dei caduti è molto più alto.

Contents.media
Ultima ora