> > Guerra in Ucraina: Kiev senza acqua dopo i bombardamenti

Guerra in Ucraina: Kiev senza acqua dopo i bombardamenti

Il sindaco Vitaly Klistshko

Guerra in Ucraina: Kiev senza acqua dopo i bombardamenti e la popolazione usa ormai le stazioni metro come dormitori pubblici per stare al caldo

Guerra in Ucraina e stenti terribili per le popolazioni che la stanno subendo assieme ai rigori dell’inverno: Kiev sarebbe rimasta senza acqua dopo i bombardamenti messi in atto dalle truppe della Federazione russa.

L’allarme arriva dal sindaco della capitale attaccata Vitaly Klitschko che chiede aiuto e spiega con note ufficiali e post social che la situazione si sta facendo insostenibile.

Kiev senza acqua dopo i bombardamenti

Il dato è che Kiev è rimasta senza acqua dopo i bombardamenti russi della mattina ma in realtà la capitale era ormai tagliata fuori da qualsiasi rifornimento da giorni. La strategia di Vladimir Putin di colpire gli spot energetici dell’Ucraina ha provocato a lungo andare questo effetto-capestro che con il rigidissimo inverno ucraino crea una situazione drammatica.

Da settimane ormai razzi ed artiglieria russi hanno come target di elezione le centrali del paese e le grandi città sono state quelle più prese di mira. Dell’interruzione dell’acqua a Kiev ha parlato il sindaco della capitale ucraina, Vitaly Klitschko

Stazioni metro come dormitori

“A causa dei danni all’infrastruttura energetica, ci sono interruzioni nell’erogazione dell’acqua in tutte le zone“. E il primo cittadino delle capitale ha aggiunto che i treni della metropolitana non viaggiano perché le stazioni ormai servono come rifugio per i cittadini.