×

Guerra in Ucraina, Lapo Elkann affitta un Boeing per salvare 150 rifugiati

La guerra di Lapo spiegata da un tweet in cui Elkann racconta di come ha affittato un Boeing per salvare 150 rifugiati con la Fondazione Laps

L'aereo della Laps con i rifugiati

Guerra in Ucraina e solidarietà attiva, Lapo Elkann affitta un Boeing per salvare 150 rifugiati, secondo quanto spiegato dai media l’imprenditore ha lanciato una sottoscrizione per il suo matrimonio e con i proventi ha preso il velivolo. A dare menzione dell’iniziativa e dei suoi step logistici è stato lo stesso Elkann su Twitter.

Ha spiegato Lapo, che con la sua Fondazione Laps ha portato 150 persone in Portogallo ed assieme a loro ha salvato anche decine di cani e gatti: “Per il nostro matrimonio Joana e io abbiamo chiesto ai nostri ospiti di fare una donazione alla Fondazione Laps”. 

Lapo Elkann affitta un Boeing per i rifugiati

E ancora: “Con la somma raccolta abbiamo deciso di supportare il Popolo ucraino con diverse azioni.

Oggi abbiamo affittato un Boeing per portare in Portogallo 150 ucraini, 10 cani e 5 gatti salvandoli così dalla guerra”. La chiosa di Elkann è stata lodevole, in perfetta sintonia con la persona che si cela dietro il personaggio: “Auguro a loro di ritrovare la serenità. Un grande grazie al Sindaco di Cascais per il supporto”. L’imprenditore torinese non è nuovo ad iniziative concrete e militanti contro Mosca: nelle scorse settimane aveva già deciso di sospendere la distribuzione degli occhiali Italia Independent in Russia. 

Italia Independent via dalla Russia

Lo aveva fatto “in segno di piena e totale solidarietà con il popolo Ucraino. La decisione deriva dal volere dare concretezza alla vicinanza, mia personale e di Italia Independent, al popolo ucraino.” E in chiosa: “Con Fondazione Laps mi sono già attivato per fornire assistenza e supporto ai rifugiati costretti per via del conflitto ad abbandonare il proprio Paese. Spero dal profondo del cuore che possa presto ritornare la pace”.

Contents.media
Ultima ora