×

Guerra in Ucraina, secchiata di vernice rossa sull’ambasciatore russo in Polonia 

Guerra dal '39/45 e guerra in Ucraina intersecate a fomentare le proteste, con una secchiata di vernice rossa sull’ambasciatore russo in Polonia 

Il momento del lancio all'ambasciatore di Mosca

La commemorazione dei caduti nella guerra in Europa oltre 77 anni fa a Varsavia ha provocato non pochi problemi al rappresentate di Mosca. Una secchiata di vernice rossa è infatti arrivata sull’ambasciatore russo in Polonia, con Sergey Andreev che è stato colpito mentre cercava di deporre una corona di fiori nel cimitero sovietico della capitale polacca.

Nel Giorno della Grande Vittoria il diplomatico era chiamato a un ruolo obiettivamente difficile: ricordare i caduti dell’Urss in un paese che durante la seconda guerra mondiale dall’Urss venne invaso e che oggi patisce l’aggressività della Russia di Putin.

Vernice rossa sull’ambasciatore russo

Per questi motivi Andreev è stato cosparso di vernice rossa mentre cercava di deporre una corona di fiori nel cimitero dei soldati sovietici a Varsavia. La notizia è stata lanciata dall’agenzia di stampa russa Ria Novosti.

Il diplomatico è arrivato al cimitero commemorativo dei militari sovietici assieme ad alcuni colleghi di delegazione e alla consorte. Alcuni manifestanti però gli hanno bloccato la strada, gridando slogan.

Lenzuola insanguinate e slogan anti Mosca

Fra gli autori delle proteste qualcuno era vestito con lenzuola bianche imbrattate di sangue e a un certo momento qualcuno ha lanciato una secchiata di una sostanza rossa sull’ambasciatore e sul gruppo. Andreev non ha potuto deporre la corona di fiori al cimitero ed ha dovuto lasciare il sito sotto scorta accompagnato dalla polizia che ha fatto cintura contro i manifestanti.

Contents.media
Ultima ora