×

Guerra Ucraina, bombardata la regione di Odessa: almeno 5 morti e 18 feriti

Odessa è stata bombardata. La città portuale sul mar Nero non è stata risparmiata dai missili dell'esercito della Federazione Russa.

Palazzi bombardati ad Odessa

Bombardata la città di Odessa. Gli aerei russi hanno lanciato missili su alcuni edifici della città portuale Ucraina. Sirene di allarme suonano in tutta la regione. Aumenta sempre di più la paura di altri attacchi da parte della Russia.

Guerra in Ucraina, Odessa è stata bombardata

Anche la regione di Odessa è finita nel mirino della Federazione Russa. Nel primo pomeriggio di oggi, 23 aprile 2022, sono state segnalate delle esplosioni in una delle città più importanti e strategiche di tutta l’Ucraina: Odessa. Le sirene di allarme hanno risuonato in tutta la regione. L’esercito russo ha colpito con i propri missili. La notizia è stata riportata dall’Ukrainska Pravda.

Le vittime del bombardamento russo al momento sono 5, di cui 3 sono bambini.

A riferire questa terribile notizia è la presidenza ucraina. Oltre alle vittime vi sono almeno 18 persone ferite.

Sempre più vittime tra i civili

Le autorità della città di Chernihiv hanno comunicato che più di 700 civili sono stati uccisi dai nemici russi. A dare la notizia è stata la Bbc, che ha ascoltato Oleksandr Lomako, capo del Consiglio cittadino. Il numero tende ad aumentare, in quanto, come riferisce sempre Lomako, stanno continuando a scavare tra le macerie scoprendo nuovi corpi. I russi hanno lasciato la città da tre settimane.

Rispresi gli scontri nell’acciaieria Azovstal

A Mariupol intanto riprendono i combattimenti nell’acciaieria Azovstal. Oleksiy Arestovych, consigliere del presidente Zelensky, ha dichiarato: “Il nemico sta cercando di strangolare l’ultima resistenza dei difensori di Mariupol nell’area di Azovstal”.

Gli USA starebbero provocando la Russia: le parole di Igor Kirillov

Da Mosca continuano ad attaccare mediaticamente gli USA, stavolta sostenendo che stanno provocando la Russia per incolparli di usare armi chimiche. A dichiararlo alla Tass, agenzia di stampa russa, è Igor Kirillov, capo dell’unità di protezione chimica, biologica e nucleare del ministero della Difesa russo. Secondo Kirillov “il ministero della Difesa russo ha informazioni secondo cui gli Stati Uniti stanno preparando provocazioni per accusare le forze russe di utilizzare armi nucleari, chimiche, biologiche o tattiche. Questo piano è già stato sviluppato ed è una reazione al successo della Russia nel condurre l’operazione militare speciale”.

Mariupol, anche oggi i civili non sono stati evacuati

Sergei Orlov, vice sindaco della città di Mariupol, ha comunicato che oggi è stato impossibile evacuare i civili in altre città ucraine non occupate dai russi. Stamattina il governo di Kiev aveva annunciato di voler fare un tentativo per garantire ai cittadini di Mariupol di scappare dalla città occupata. I russi purtroppo non hanno autorizzato l’evacuazione.

Due generali russi uccisi a Kherson

Una nota dell’esercito ucraino, riportata poi dal Guardian, ha reso noto che due generali russi sono stati uccisi dalle forze ucraine nei pressi della città di Kherson. Nell’attacco al posto di comando nella città occupata dalle truppe russe è stato ferito anche un terzo generale. Quest’ultimo, al momento, è in condizioni critiche.

Contents.media
Ultima ora