> > Guerra Ucraina, l'allenatore dello Sheriff si arruola per difendere il suo Paese

Guerra Ucraina, l'allenatore dello Sheriff si arruola per difendere il suo Paese

Ucraina, l'allenatore dello Sheriff imbraccia le armi

Guerra Ucraina, l'allenatore dello Sheriff si arruola. Yuriy Vernydub ha deciso di aggiungersi all'esercito ucraino per difendere il suo Paese.

Guerra Ucraina, l’allenatore dello Sheriff Tiraspol ha deciso di vestire la mimetica per difendere il suo Paese durante la guerra. Yuriy Vernydub, tecnico ucraino, si è unito all’esercito contro l’invasione delle truppe russe.

Guerra Ucraina, l’allenatore dello Sheriff si arruola

In rete gira una foto che ritrae l’allenatore dello Sheriff con indosso la mimetica dell’esercito ucraino, con al suo fianco altri due soldati civili. Non solo lui ha deciso di imbracciare le armi per difendere l’Ucraina in guerra, anche l’ex campione di boxe Vasiliy Lomachenko ha deciso di arruolarsi, in precedenza anche i due fratelli Klitschko.

“Ho una moglie, due figli, due nipoti, fratelli e sorelle”, ha dichiarato Vernydub, “Gli auguro buona salute e che la guerra non li tocchi mai”.

Guerra Ucraina, chi è l’allenatore dello Sheriff arruolato

Yuriy Vernydub ha 56 anni, nativo di Zhytomy, città a circa 150 chilometri da Kiev. Il club calcistico del quale era allenatore è lo Sheriff Tiraspol, rappresentante la capitale della Transnistria e parte della Moldavia.

Lo scorso settembre 2021, la squadra ha vinto contro il Bernabeu 2 a 1 e ha disputato partita di andata e ritorno dei gironi contro l’Inter.

Giovedì 24 febbraio 2022 lo Sheriff guidato dall’allenatore ucraino ha perso ai rigori i playoff di Europa League contro il Braga.

Guerra Ucraina, le dichiarazioni dell’allenatore dello Sheriff

“Quando arriverò in Moldavia chiederò alla mia famiglia il permesso di arruolarmi nell’esercito ucraino”, aveva dichiarato Vernydub una settimana fa, “Se il Paese ha bisogno, ci sarò sempre per aiutarlo”.

“Vorrei spendere qualche parola in supporto della gente in Ucraina, che ha sofferto l’attacco russo”, ha dichiarato l’allenatore di calcio, “Sono orgoglioso della gente che sta difendendo il Paese”.