> > Guerra Ucraina, raggiunta quota 220mila civili evacuati verso la Russia

Guerra Ucraina, raggiunta quota 220mila civili evacuati verso la Russia

civili scappati donbass

Continua l'esodo per la guerra in Ucraina: evacuati oltre 220mila civili provenienti dalla Donbass e dal resto della Nazione, tutti diretti in Russia.

Continua l’esodo del popolo ucraino: evacuati oltre 220mila civili provenienti dalla Donbass e dal resto della Nazione, tutti diretti in Russia.

Evacuate oltre 220mila persone

A distanza di oltre due settimane dell’inizio dell’operazione militare voluta da Vladimir Putin, i numeri dei rifugiati che hanno lasciato l’Ucraina sono spaventosi. In particolare, sono state diffuse le cifre degli evacuati dal Paese con destinazione Russia.

A rendere di dominio pubblico questi numeri è stata la nota agenzia Taas: finora sono state circa 222mila le persone hanno attraversato il confine russo, fuggendo dai campi di battaglia della Donbass e del resto dell’Ucraina.

In questi numeri sono compresi ben 50mila bambini.

La situazione a Donetsk e Lugansk

Come raccontato, quindi, il numero degli evacuati attraverso il confine russo supera quota 220mila. Andando ad analizzare ancor più a fondo questi dati però, si scopre che la quasi totalità di queste persone provengono tutte dalla stessa area geografica, ovvero la Donbass. Sono, infatti, oltre 193mile le persone fuggite da Donetsk e Lugansk in meno di un mese, a partire dal 18 febbraio fino ad oggi.

Un dato neanche troppo soprendente in realtà, se si pensa alla storia e alla situazione politica di queste due Repubbliche indipendenti – almeno secondo Putin – che hanno carattere filo-russo, pur risiedendo sul suolo ucraino.